martedì 25 settembre 2007

24^ GIORNATA: Lokomotiv Mosca - Spartak Mosca 4-3


Reti: 11' Pavlyuchenko rig. (Spa), 20' Pavlyuchenko (Spa), 30' Odemwingie (Lok), 42' Sychev (Lok), 69' Odemwingie (Lok), 77' Pavlyuchenko (Spa), 90'+4 Asatiani (Lok).

Vince la Loko 4-3 questo emozionantissimo derby del 24^ turno di un campionato russo che è ormai entrato nella fase clou. I "ferrovieri", pur abbastanza deludenti nell'attuale stagione, hanno rifilato la quarta sconfitta in altrettanti incontri (oltre ai due di campionato, anche la doppia sfida della semifinale della Kubok Rossii) ai concittadini dello Spartak. Beffa doppia per la squadra più titolata di Russia se si pensa che uno dei principali protagonisti sia stato l'attaccante nigeriano Peter Odemwingie, soffiato dalla Loko ai cuginastri proprio nel mercato estivo. Sarà particolarmente deluso anche Roman Pavlyuchenko, che grazie a questa tripletta ha sì raggiunto il primo posto nella classifica "bombardieri", ma la sua squadra ha perso il comando della classifica.
Probabilmente, questa è stata la gara più divertente dell'anno. Emozioni a non finire, dal recupero dei padroni di casa dal 2-0 al 2-2 nel giro di 10 minuti, fino ai due clamorosi legni colpiti rispettivamente da Odemwingie e Dzyuba (il palo interno centrato da quest'ultimo è veramente qualcosa di allucinante, con il pallone che fa di tutto per non entrare). Il finale, anche se assai crudele, è il più giusto in una partita così mozzafiato: punizione guadagnata dalla Loko poco oltre la metacampo degli avversari, tutti "in the box", Maminov crossa in mezzo ed a svettare è il difensore georgiano Asatiani, che regala 3 punti alla sua squadra, con una rete all'ultimo secondo.
Si saranno sicuramente divertiti i 50.000 del Lokomotiv Stadium, esaurito: lo spettacolo offerto dalle due squadre è stato un qualcosa di veramente eccezionale, un vero e proprio spot per il calcio.
Lo Spartak conferma di avere l'abitudine di risolvere le partite nei minuti (in questo caso nei secondi) finali: alcune volte gli è andata bene, ma spesso gli è andata male...alla mente ritorna sicuramente il pareggio per 1-1 del Saturn a Ramenskoye lo scorso campionato, che di fatto consegnò lo scudetto al CSKA.
Oltre che una buona dose di euforia, ci saranno sicuramente molti rimpianti in casa Lokomotiv, squadra uscita troppo presto dalla lotta per il titolo, ma che negli scontri diretti ha sempre dimostrato il suo potenziale.


I MIGLIORI: Doveroso partire da Pavlyuchenko, alla seconda tripletta consecutiva nel giro di neanche quattro giorni dopo quella in Coppa UEFA: dopo alcune gare sottotono (penso al derby con il CSKA del 2 settembre o a Russia-Macedonia), è subito tornato sui suoi migliori livelli, diventando tra l'altro capocannoniere, con la pazzesca cifra di 13 reti in 16 presenze! Sempre restando in casa Spartak, bene come al solito Capitan Titov e Radoslav Kovac, sempre attento in difesa.
Nella Loko, bisogna citare prima di chiunque altro Asatiani, eroe della giornata con quel gol all'ultimo secondo. Benissimo Odemwingie, due reti ed una straordinaria traversa colpita, importantissimo anche il pareggio di Sychev a fine primo tempo, sicuramente un gol che ha cambiato le sorti del match. Una minaccia costante sulla fascia destra è stato un altro ex Spartak, Samedov, furetto instancabile a cui è mancata soltanto un pò di "mira". Decisivo l'ingresso in campo del vecchio Maminov, ennesima prestazione super per il serbo Ivanovic, autore tra l'altro di due splendidi assist (di cui uno con un colpo di tacco al volo).

I PEGGIORI: Sottotono i due esterni dello Spartak, Bystrov e Torbinskiy, ben contenuti rispettivamente da Sennikov e da uno strepitoso Ivanovic. Si è visto poco pure il giovane brasiliano Velliton; un mezzo disastro, ma questa non è certo una novità, Geder al centro della difesa, forse era meglio puntare su Dedura, tutto sommato positivo nelle ultime uscite. Shoava sulla fascia sinistra ha sofferto terribilmente la vivacità di Samedov e le percussioni di Ivanovic.
Nella Loko Pelizzoli ha qualche responsabilità sulle prime due reti avversarie, anche se si è parzialmente riscattato con alcuni buoni interventi (ma ha rischiato di combinarla grossa con un'uscita a vuoto su Dzyuba, che avrebbe potuto causare il 4-3 dello Spartak). Male Bilyaletdinov, chiaramente fuori forma ed inconcludente. In difficoltà Gurenko in mezzo al campo, così come il giovane Yefimov nel marcare Pavlyuchenko.


Lokomotiv (4-4-2): Pelizzoli 5,5; Ivanovic 7,5, Yefimov 5,5, Asatiani 7, Sennikov 6; Samedov 7, Gurenko 5,5, Bilyaletdinov 5, Yanbaev s.v. (dal 23' Maminov 7); Sychev 6,5, Odemwingie 7,5.
In panchina: Polyakov, Fininho, Dramani, Chaker, Kontsedalov, Korchagin.
Spartak Mosca (4-4-2): Pletikosa 6; Shishkin 6, Geder 5, Ra. Kovac 6,5, Shoava 5,5 (dal 74' Dzyuba 6); V. Bystrov 5,5, Sabitov 6, Titov 6,5, Torbinskiy 5 (dal 78' Boyarintsev s.v.); Velliton 5,5 (dall'87' Bazhenov s.v.), Pavlyuchenko 8.
In panchina: Kowalewski, Ivanov, Dedura, Kalynichenko.


Reti: 11' Pavlyuchenko (Spa), 20' Pavlyuchenko, 30' Odemwingie (Lok), 42' Sychev (Lok); 69' Odemwingie (Lok), 77' Pavlyuchenko (Spa), 90'+4 Asatiani (Lok).
Arbitro: A.E. Kolobaev.
Ammoniti: Ivanovic, Sennikov, Gurenko, Maminov e Samedov per la Lokomotiv; V. Bystrov, Boyarintsev e Dzyuba per lo Spartak.



2 commenti:

Francesco ha detto...

Una partita assolutamente speciale.E' il secondo 4-3 che salta fuori e c'è sempre la Loko di mezzo.Quella volta però fu una sconfitta amara per i Ferrovieri,che oggi,[in una stagione agrodolce,vedi trionfo e Kubok Rossi,ma vedi anche anonimato in campionato],trovano un lampo diluce nel proprio stadio contro i rivali dello Spartak,battuti per 4 volte negli ultimi 4 incontri.Sottolineo che,ogni vittoria sullo Spartak,non è mai stata banale quest'anno!!Si pensi al secco 3-0 all'andata della Coppa di Russia,alla vittoria firmata Sychev anche in quel caso allo scadere,senza dimenticare la vittoria nel ritorno di coppa.Quel trittico,fece di fatto perdere allo Spartak la testa della classifica.Era il prologo dell'esonero di Fedotov.Questa volta,rischia di essere il prologo dell'addio al campionato,quel campionato che ormai lo Spartak non conquista da più di un lustro.Venendo al match..sinteticamente,visto che ha detto tutto Alberto,è stato un match incredibile..giocato a viso aperto,attaccando,divertendo ed il risultato,fa contenti certamente i tifosi della Loko,ma soprattutto gli amanti del gioco del calcio.Sono questi i match che potrebbero far appassionare chi di Russia non ha mai visto nemmeno una partita.I giocatori,garantisco sono davvero ottimi talenti,molti di loro non sfigurerebbero nei campionati più prestigiosi.Uncmapionato bellissimo!!Sembra la trama di un thriller..incerto fino alla fine,per ora il campionato,nessuno lo ha ammazzato!!

Kerzhakov 91 ha detto...

Benvenuto Francesco! Mi fa piacere leggerti anche qui!

Lui è un mio caro amico, appassionato come me di calcio russo, amministratore del forum dedicato allo Zenit che trovate nell'elenco dei links.