sabato 6 ottobre 2007

26^ GIORNATA: Saturn - Dinamo Mosca 2-1


Reti: 16' A. Eremenko (Sat), 23' Semshov (Din), 25' Karyaka rig. (Sat).

E' una sfida che vale l'Europa quella di scena in tardo pomeriggio a Ramenskoye tra Saturn e Dinamo. Ad avere la meglio sono i padroni di casa, che si portano così momentaneamente al quarto posto, in attesa del CSKA che domani ospiterà il Luch-Energia. Con questa sconfitta, peraltro contro una diretta concorrente, la Dinamo può dire addio alla medaglia di bronzo, ed anche la corsa ad una qualificazione europea subisce una brusca frenata.
Nelle formazioni iniziali, Gadjiev sceglie il ghanese Baffour Gyan (fratello maggiore di Asamoah dell'Udinese) come unica punta, piazzandogli alle spalle Alexey Eremenko, una scelta che si rivelerà azzeccata; Kobelev, invece, conferma il lituano Karcemarskas in porta (il giovane Shunin, dopo diversi mesi super, effettivamente aveva commesso qualche errore di troppo nelle ultime uscite) e, per sostituire lo squalificato Kolodin, sposta Tanasievic al centro della difesa, con l'inserimento dell'esperto Tochilin sulla fascia destra.
Sotto una pioggia battente, le due squadre partono subito fortissimo, il ritmo è elevato ed il primo a rendersi pericoloso è il biondo esterno del Saturn Alexey Ivanov, come al solito molto vivace sulla fascia di sua competenza. Passano in vantaggio proprio i padroni di casa, grazie ad un autentico eurogol della stella della nazionale finlandese, Eremenko, al primo squillo in una stagione francamente mediocre, con appena 10 presenze in campionato. Non si fa attendere il pareggio della Dinamo, che arriva pochi minuti dopo: Pimenov è bravo a gestire un pallone difficile, servendolo a Kirill Kombarov, che fa partire un cross basso sul quale è Semshov, liberatosi della marcatura di Igonin, il più veloce ad avventarsi, concludendo al volo e trovando così la rete dell'1-1. Ma le emozioni nella prima frazione di gioco sono davvero di quelle forti e nell'azione successiva è ancora gol: Karcemarskas esce a gamba alta sul lanciato Baffour Gyan e lo stende in area. E' calcio di rigore, che lo specialista Karyaka trasforma. Negli ultimi 20 minuti il match si fa notare per il suo equilibrio, ma l'unica occasione da segnalare è un colpo di testa di Evseev terminato alto su punizione battuta da Dmitry Loskov.
Nella ripresa la gara è meno divertente, ma rimane comunque assai combattuta. Il guardalinee annulla giustamente un gol al nuovo entrato Lebedenko, per fuorigioco di Nakushev dopo un bel tocco d'esterno del talentuoso Eremenko. Al 61', è ancora il Saturn a sprecare un occasione, con Karyaka ed Eremenko che si ostacolano a vicenda, non riuscendo a concludere. La Dinamo si fa vedere dalle parti di Kinsky con un pericoloso cross basso di Kirill Kombarov, ma Capitan Igonin è bravissimo ad anticipare Pimenov, libero nell'area piccola. E' ancora il giovane numero 7 della Dinamo a fallire l'occasione più ghiotta capitata nel secondo tempo agli uomini di Kobelev, sparando alto da favorevole posizione su sponda di Semshov.
La partita si conclude così con il risultato finale del primo tempo, 2-1 appunto.


I MIGLIORI: Igonin si perde Semshov nel pareggio di quest'ultimo, ma i suoi salvataggi sono decisivi in almeno un paio di occasioni, senza considerare tutti i palloni recuperati a centrocampo. Alexey Ivanov parte sparato, ma cala nella ripresa; Eremenko segna sì un gol bellissimo, ma è impacciato, deve ancora ritrovare la forma migliore; una diga il nazionale ghanese Shilla al centro della difesa.
Nella Dinamo, oltre a Semshov autore del momentaneo gol del pareggio, fa buona guardia dietro l'ex campione olimpico Leandro Fernandez, grazie anche alla partecipazione di Tanasievic.

I PEGGIORI: Nel Saturn Baffour Gyan, pur procurandosi il penalty, combina poco o nulla davanti e chi lo sostituisce (Lebedenko) si fa notare ancora meno.
A conti fatti, la Dinamo ha perso a causa della folle uscita di Karcemarskas, una scelta davvero incomprensibile. Inguardabile anche Tochilin, che non azzecca un cross e la manda in curva entrambe le volte che prova la botta da fuori. Inesistente Dmitry Kombarov, non fa molto meglio il gemello, che però si rende diverse volte pericoloso.


Saturn (4-2-3-1): Kinsky 6; Evseev 6, Shilla 6,5, Durica 6, Nakushev 6,5; Igonin 7, Loskov 6,5 (88' Temnikov s.v.); Al. Ivanov 6,5, A. Eremenko 6,5 (63' Nemov 6), Karyaka 6; B. Gyan 5,5 (55' Lebedenko 5,5).
In panchina: Botvnjev, Petras, Gadjiev, Gerk.
Dinamo (4-2-3-1): Karcemarskas 4,5; Tochilin 5, Tanasievic 6, L. Fernandez 6,5, Granat 5,5; Khokhlov 6, Semshov 6,5; K. Kombarov 5,5 (84' Genkov s.v.), Danny 6, D. Kombarov; Pimenov.
In panchina: Shunin, Lobkov, Klimavicius, Dimidko, Karpovich, Custodio.


Reti: 16' A. Eremenko (Sat), 23' Semshov (Din), 25' Karyaka rig. (Sat).
Arbitro: Doroshenko V.
Ammoniti: Loskov per il Saturn.

Nessun commento: