lunedì 22 ottobre 2007

27^ GIORNATA: Zenit San Pietroburgo - Khimki 4-1


Reti: 19' Tikhonov rig. (Khi), 35' Pogrebnyak (Zen), 45'+1 Zyryanov (Zen), 60' Lombaerts (Zen), 79' Fatih Tekke (Zen).

Uno Zenit STREPITOSO vince 4-1 contro il Khimki: ora Advocaat dovrebbe spiegare o per lo meno capire il perchè la sua squadra alterna prestazioni esaltanti come quella di ieri ad altre molto al di sotto del proprio standard (ad esempio nella sconfitta per 1-0 contro la Loko). Certo, il Khimki è una squadra molto più abbordabile della Lokomotiv Mosca, ma ieri Arshavin e compagni hanno espresso davvero un grandissimo calcio, ricco di triangolazioni, scambi rapidi, uno-due a go-go, ma soprattutto tanto movimento senza palla, fondamentale nel calcio moderno.
Lo Zenit parte forte, è motivato a raccogliere i 3 punti per continuare ad inseguire un sogno chiamato scudetto, ma a passare in vantaggio sono a sorpresa gli ospiti dopo un bello scambio tra Nastja Ceh e Tikhonov che porta all'assegnazione di un calcio di rigore per fallo di Tymoschuk sul regista sloveno: dal dischetto si presenta il capitano Tikhonov, che trasforma beffando Contofalsky con un malizioso cucchiaio. Ma i padroni di casa rialzano subito la testa e ritrovano il pareggio con Pogrebnyak in un'azione da delirio, con un prolungato uno-due tra Kim Dong-Jin ed appunto il bomber ex Tom. Verso lo scadere del primo tempo, ecco servito il raddoppio del solito Zyryanov (sicuramente uno degli acquisti più azzeccati nell'intero 2007, ormai non si hanno più aggettivi da spendere sul suo conto). Emblematiche della condizione di forma dello Zenit sono appunto le prime due reti, nate da azioni rapide e fitte di scambi di prima. Forse per la prima volta da quando il burbero tecnico olandese siede in panchina, sembra essere finalmente tornato lo Zenit di Petrzela, per intenderci quello che giocò il miglior calcio nell'edizione 2005/2006 della Coppa UEFA, per poi venire eliminato ai Quarti di Finale dal Sevilla poi campione (in un doppio confronto comunque molto contestato, soprattutto per l'arbitraggio della partita d'andata in Spagna, che lo Zenit chiuse in 9). Nella ripresa il Khimki appare frastornato, nulla può contro una squadra in giornata di grazia, in grado di segnare anche su palla inattiva: corner battuto da Dominguez e stacco di Lombaerts sul primo palo ad anticipare tutti (primo gol per il giovane difensore nazionale belga!). Partecipa alla festa anche il tanto discusso Fatih Tekke, che concretizza al meglio un contropiede iniziato dal giovane Maxymov e proseguito da "Posha" Pogrebnyak.

I MIGLIORI: E' ufficialmente tornato sui propri livelli migliori Pogrebnyak, che dimostra di non essere solo la classica punta di peso, ma di avere i piedi per poter partecipare spesso alla manovra offensiva. Ennesima prestazione super, dopo due sottotono in campionato, per Zyryanov, tra l'altro ancora in rete (e sono 9, più 3 in Coppa di Russia...bottino sensazionale!); giocate di gran classe ed assist illuminanti per Arshavin, che avrebbe sicuramente meritato la gioia di una marcatura personale.

I PEGGIORI: Tymoschuk concede il secondo penalty consecutivo nelle ultime due giornate: deve darsi una regolata; stona un pò in questo pomeriggio di calcio champagne, l'opaca prestazione di Dominguez.
Nel Khimki ci capiscono molto poco praticamente un pò tutti, in particolare la coppia di difensori centrali composta da Trivunovic e Samusevas.


Zenit (4-3-2-1): Contofalsky 6; Gorshkov 6, Skrtel 6, Lombaerts 6,5 Kim Dong-Jin 7 (dal 68' Maxymov 6,5); Tymoschuk 5,5, Radimov 6,5 (dal 46' Krizanac 6), Zyryanov 7,5; Dominguez 5,5 (dal 71' Fatih Tekke 6,5), Arshavin 7,5; Pogrebnyak 7,5.
In panchina: Malafeev, Hagen, Lee Ho, Denisov.
Khimki (4-2-3-1): Berezovskiy 6; Orlov 5,5, Samusevas 5, Trivunovic 5,5, Jovanovic 6; Shirokov 5, Vorobjov 5,5; Blatnjak 5,5, N. Ceh 6 (dal 70' Drozdov s.v.), Tikhonov 6,5; Antipenko s.v. (dal 34' Zebelyan 5,5).
In panchina: Chichkin, Golovatenko, Stepanov, K. Golyshev, Mrdja.


Reti: 19' Tikhonov rig. (Khi), 35' Pogrebnyak (Zen), 45'+1 Zyryanov (Zen), 60' Lombaerts (Zen), 79' Fatih Tekke (Zen).
Arbitro: Layushkin T.
Ammoniti: Krizanac e Pogrebnyak per lo Zenit; Drozdov, Shirokov e Blatnjak per il Khimki.


Video sintesi:

Nessun commento: