venerdì 2 novembre 2007

28^ GIORNATA: ALTRE PARTITE


Khimki - Luch-Energia Vladivostok 3-0: 19' Tikhonov rig., 39' Mrdja, 69' Mrdja.

FC Mosca - Amkar Perm 3-1: 28' Maxi Lopez (Mos), 40' Cherechinkov (Amk), 44' Maxi Lopez (Mos), 64' Maxi Lopez (Mos).

Rostov - Dinamo Mosca 0-0

Rubin Kazan - Kuban Krasnodar 2-2: 38' Laizans (Kub), 56' Kabze (Rub), 61' Okudwa (Kub), 76' Dyadyev (Rub).

CSKA Mosca - Krylya Sovetov Samara 4-2: 6' Eduardo Ratinho (CSKA), 29' Jo (CSKA), 39' Jo rig. (CSKA), 51' Mudjiri (Kry), 57' Zhirkov (CSKA), 67' Lagiewka (Kry).

Lokomotiv Mosca - Tom Tomsk 0-0


Con la vittoria per 3-0 sul Luch-Energia, il Khimki (da segnalare la doppietta del serbo Mrdja, le sue prime reti da quando è arrivato in Russia) si può considerare ormai praticamente salvo. Complimenti a questa neopromossa, nata appena nel 1997!
Vittoria targata Maxi Lopez per l'FC Mosca: l'attaccante ex Barça si è subito inserito benissimo nella sua nuova squadra (a differenza del suo giovane connazionale Maxi Moralez, molto più atteso), mettendo a segno ben 6 reti (una più facile dell'altra, ok, ma tutte decisive).
Spettacolare ma inutile il 2-2 tra Rubin e Kuban, partita conclusasi con la furiosa protesta degli ospiti che contestavano il pareggio dell'esordiente Dyadyev: gol che invece si è dimostrato regolare, il pallone aveva effettivamente varcato la linea di porta. Il Kuban è una formazione che personalmente mi piace parecchio, con diversi ottimi giocatori (e non mi riferisco solo all'ambitissimo Gabulov, portiere in questo momento titolare in nazionale...) e che gioca un bel calcio, ma la sua situazione è al momento semi tragica: penultima a due giornate dal termine, che la vedranno opposta a niente meno che CSKA (in casa) e Lokomotiv...non proprio due gare facilissimi.
Danno praticamente l'addio all'Europa Dinamo e Lokomotiv, due tra le migliori formazioni russe che per motivi diversi hanno fallito l'obiettivo stagionale. L'undici di Kobelev ha espresso forse addirittura il miglior calcio di questa Premier Liga, ma ha pagato principalmente l'inesperienza della maggior parte dei suoi giocatori e soprattutto l'assenza di un vero bomber capace di chiudere le partite (Pimenov a conti fatti l'ha buttata dentro solo nei big match, Cicero ha qualche colpo ma sotto rete è un disastro, mentre Genkov si è rivelato un flop). E' più complesso il discorso che riguarda la Lokomotiv (che comunque si è portata a casa la scorsa Coppa di Russia, battendo in finale 1-0 l'FC Mosca), partita per lottare per il titolo e uscita già nelle prime giornate fuori dalle prime posizioni. Una squadra capace di racimolare la bellezza di 10 punti su 12 disponibili contro Zenit e Spartak, di dominare contro un Atlètico quarto nella Liga spagnola e di poi perdersi sul più bello, nelle partite relativamente più facili. Gravi responsabilità ce le ha sicuramente l'allenatore Byshovets, che stando alle ultime voci potrebbe venire sostituito per la prossima stagione da, udite udite, Valery Gazzaev.
A proposito di Gazzaev, terza vittoria consecutiva in campionato per il suo CSKA, sempre vincente in campo nazionale da quando è rientrato Daniel Carvalho. Nonostante l'assenza di numerosi titolari, l'Armata Rossa ha vinto nettamente (più di quanto non dica il risultato) contro una squadra che lotta per non retrocedere. Primo gol in maglia moscovita per Eduardo Ratinho (bel destro al volo su preciso cross di Carvalho); è da antologia l'azione che porta al 2-0, con lo stesso numero 7 brasiliano che "scucchiaia" per Zhirkov che, ubriacando il povero Booth, serve Jo che in spaccata ribadisce in rete (vi consiglio di vedere il video con tutti i gol anche solo per gustarvi questo capolavoro). Trasformando un rigore procurato da un vivacissimo Daniel Carvalho (ammirare la sua doppia bicicleta), Jo si rilancia fortemente nella classifica cannonieri, raggiungendo il suo compagno Vagner Love (ufficialmente infortunato ma realmente in rotta con la società), e quel Pavlyuchenko che sembra essersi fermato dopo la storica doppietta all'Inghilterra. Infine, da segnalare nel CSKA il debutto del portiere 17enne Pomazan (in prestito dal Kuban) al posto del frastornato Mandrykin (protetto o fatto definitivamente fuori?) e dell'utilizzo di Aldonin come difensore centrale, al posto dell'infortunato Ignashevich (dovrebbe comunque recuperare in vista dell'Inter; poche speranze invece per Alexey Berezutskiy e Dudu).


CLASSIFICA:
1. Zenit San Pietroburgo 55
2. Spartak Mosca 53
3. FC Mosca 49
4. CSKA Mosca 47
5. Saturn 45
6. Dinamo Mosca 41
7. Lokomotiv Mosca 41
8. Amkar Perm 38
9. Khimki 34
10. Rubin Kazan 32
11. Tom Tomsk 32
12. Spartak Nalchik 30
13. Krylya Sovetov Samara 29
14. Luch-Energia Vladivostok 29
15. Kuban Krasnodar 29
16. Rostov 15


CLASSIFICA "BOMBARDIERI":
Pavlyuchenko, Spartak Mosca: 13 reti (2 rigori)
Jo, CSKA Mosca: 13 (3)
Vagner Love, CSKA Mosca: 13 (2)
Adamov, FC Mosca: 12 (3)
Pogrebnyak, Zenit San Pietroburgo: 11 (2)
Sychev, Lokomotiv Mosca: 10 (1)
Kushev, Amkar Perm: 10 (3)
Arshavin, Zenit San Pietroburgo: 9
Zyryanov, Zenit San Pietroburgo: 9
Karyaka, Saturn: 9 (2)
Kirichenko, Saturn: 9 (2)
Kolodin, Dinamo Mosca: 9 (7)

Infine, ecco il mio video con tutti i gol di questo 27^ turno:


Nessun commento: