martedì 6 novembre 2007

Kerzhakov...ma che succede?



Alexander Kerzhakov, centravanti russo del Sevilla, poco più di sei mesi fa, alzava la Coppa UEFA vinta con il club andaluso, era felice e si trovava benissimo, amato dai propri tifosi e ripagato della fiducia del tecnico. Oggi, vuole cambiare squadra.
Sembra una situazione paradossale, stiamo parlando di un giocatore che fino ad un mese fa era titolare ed aveva una media gol pazzesca. Poi è arrivato il passo falso casalingo contro l'Espanyol, senz'altro la peggiore prestazione di Kerzhakov con la maglia sevillista: partita persa per 2-3, con due gravi (e banali) errori del numero 9 sotto porta. Uno però pensa: ci sta, una giornata storta può capitare a tutti, che problema c'è? E' però un dato di fatto che da quella sciagurata gara, il povero Sascha non ha praticamente più giocato, non solo perdendo il posto a favore di un Luis Fabiano che appare in forma staordinaria, ma venendo spesso lasciato a casa. Per una corretta informazione, bisogna precisare che ha avuto diversi problemi fisici, che gli hanno sicuramente fatto calare la propria forma, ma certo fa riflettere il fatto che il nuovo allenatore Manolo Jimènez abbia concesso a Kerzhakov solo i 20 minuti scarsi finali contro l'Atlètico Madrid, tra l'altro nell'unica occasione in cui era stato portato in panchina. Poi è arrivata la tribuna a Madrid ed infine, ieri in mattinata, la mancata convocazione per la sfida di Champions League a Bucarest contro lo Steaua, per motivi tecnici (esplicitati anche sul sito del Sevilla). L'ex attaccante dello Zenit è l'unico giocatore a disposizione di Manolo (senza contare quindi Chevanton, non presente nella lista UEFA, ed i numerosi infortunati) a non essere convocato; al posto suo è stato chiamato addirittura il canterano Lolo, un difensore con pochissima esperienza in prima squadra (e che non sostituirà di fatto neanche l'infortunato Crespo, dato che si tratta di un difensore centrale e non di un terzino sinistro). E' ovvio che c'è qualcosa che non va, mi pare evidente. Kerzhakov aveva manifestato questa sua sofferenza al proprio procuratore che, dopo la gara contro il Real, dichiarò che il giocatore era scontento e che avrebbe preso in considerazione le offerte dei club a lui interessati, in particolare se inglesi. In vantaggio c'è sicuramente il Tottenham di Juande Ramos, colui che più di ogni altro ha espressamente richiesto ed ottenuto Kerzhakov a Sevilla, e che ora vorrebbe portarsi a tutti i costi dietro a Londra (insieme ad altri tanti, direi troppi, giocatori della sua ex squadra). Questo pomeriggio è addirittura saltata fuori dai tabloid inglesi una possibile offerta da parte degli spurs pari alla cifra spropositata di 50 milioni di euro (avete capito bene) per arrivare al bomber russo. Quasi certamente esagerazioni, ma certo fanno sul serio, sono interessati all'attaccante russo. E non sono gli unici...perchè Kerzhakov nella Manica gode di molta stima: in passato si interessarono fortemente a lui anche Arsenal (fu vicinissimo a prelevarlo sia nel 2003, che nel 2004, ma in entrambi i casi lo Zenit respinse le offerte dei gunners) e Manchester United (giusto verso la fine dello scorso mercato estivo). Nonostante abbia un reparto sovraffollato (come gli spurs del resto) pare che Wenger, da sempre suo grande estimatore, ci stia pensando seriamente. Ha già fatto sapere della propria disponibilità a prelevare il giocatore anche lo Shakhtar Donetsk, scontento delle prestazioni di Lucarelli, ma è difficile che Sascha, in caso di partenza, decida di andare a giocare nel campionato ucraino. Così come è quasi impossibile che accetti di trasferirsi, udite udite, alla Dinamo Mosca, alla ricerca di un attaccante come si deve in grado di fargli fare il definitivo salto di qualità. Dinamo che è stata la prima a portarsi avanti, iniziando a parlare con i dirigenti dello Zenit...e che c'entrano, vi starete chiedendo. Ebbene, è giusto che voi sappiate che quando Kerzhakov firmò per il Sevilla nel gennaio del 2007 (in un'operazione molto oscura, soprattutto per quanto riguarda il prezzo, ufficialmente di 5 milioni di euro, ma in realtà di 15 totali, di cui appunto 5 versati subito nella casse del club di San Pietroburgo), il contratto prevedeva che nel caso in cui lui ritornasse in Russia prima del 2008, sarebbe obbligato a tornare proprio allo Zenit, che difficilmente lo tratterrà visto il rapporto conflittuale con il tecnico olandese Dick Advocaat, principale ragione della sua cessione.
Personalmente, spero che tutto si metta a posto e che rimanga nel Sevilla, dove si era ambientato alla grande. E' condivisibile la sua esclusione dall'undici di partenza, francamente Kanouté e Luis Fabiano, ora come ora, si meritano di partire titolari, certo che queste mancate convocazioni fanno riflettere. I tifosi andalusi sono preoccupati, anche se si augurano in un ripensamento del giocatore, che ritornerebbe utilissimo per il mese di gennaio, periodo in cui saranno assenti sia Kanouté che Koné, entrambi impegnati in Coppa d'Africa. Un pò scarsetta però come motivazione per rimanere, per un giocatore dal valore di Kerzhakov...

5 commenti:

valentino tola ha detto...

E' molto strano tutto ciò, si trovano poche notizie sul momento di Kerzhakov, a parte le voci di mercato. Probabile sia solo un periodo così, in cui Kanouté e Luis Fabiano monopolizzano la scena, poi credo tornerà ad avere spazio, primo perchè il turnover è un' esigenza vitale del Sevilla, secondo perchè è un giocatore forte.
Comunque, per la gara di stasera leggo che, anche se risulta fra i convocati, Boulahrouz è indisponibile, e poichè al tempo stesso l' infortunio di Duda obbliga ad utilizzare Capel esterno di centrocampo e Adriano terzino, la convocazione di Lolo diventa logica, visto che è l' unico centrale di cui Jiménez potrà disporre dopo Mosquera e Dragutinovic. Certo, spiega solo in piccolissima parte la strana esclusione di Kerzhakov... però, insomma, stiamo a vedere, da qui a Gennaio son sicuro che Sascha avrà avuto il tempo di giocare e fare anche qualche gol.

Kerzhakov 91 ha detto...

Appunto, è proprio la mancata convocazione che non capisco...insomma, se proprio non è in forma, lo lasci in tribuna. Invece è stato proprio il sito ufficiale in primis a sottolineare il fatto che lui era l'unico giocatore, tra quelli disponibili, lasciato a casa. Boh...

Bravo comunque Hiddink a convocarlo lo stesso in nazionale; l'anno scorso, in questo stesso periodo, quando era in rotta con lo Zenit e soprattutto Advocaat, non lo fece...

Francesco ha detto...

Situazione complicata ed inimmaginabile.Per semplificarla,mettendoci nei suoi panni,io direi:Prima scelta ovviamente SEVILLA.E' la città dove vive,dove è stimato,dove is è ambientato tutto sommato velocemente e dove comunque sta fornendo ottime prestazioni.Non siamo di fronte ad un involuzione tecnica.Semplicente,dopo un piccolissimo problema fisico,Kerzha è sparito dalla lista dei convocati.Considerando che Luis Fabiano e kanoutè non potranno giocarle e tutte e pensando che il maliano e Konè partiranno,io rimarrei per giocarmi il posto.Prima però parlerei conla società,chidendo chiarezza.Se il Sevilla lo dichiarerebbe quarta punta,meglio iniziare a guardarsi intorno.Arrivano offerte dall'Inghilterra?Bisogna valutarle ed aspirare sin da subito ad essere titolari.Se non si ha questa garanzia in una squadra come il Tottenham che la Champions' la guarda solo in tv,manderei al diavolo la Premiership e tutto il suo prestigio,meglio tornare in Russia,dove si andrebbe a disputare un campionato meno prestigioso,ma con molte probabilità di giocare la Champions' League,tenendo conto della vicenda Advocaat allo Zenit.Certo,Kerzha sognava il salto,l'affermazione in Europa,posso capirlo,però la cosa più bella è la Champions' League.

valentino tola ha detto...

Non c'entra col post: la trasmettono la partita decisiva dello Zenit su Perkiv Kanal? Sai quando?

Grazie

Kerzhakov 91 ha detto...

Giocano tutte domenica a mezzogiorno: non te lo so ancora dire, ma penso proprio che la trasmetteranno Saturn-Zenit...al limite potrebbero fare una specie di "diretta gol" con Spartak-Dinamo, ma non credo.