giovedì 3 aprile 2008

3^ GIORNATA: ALTRE PARTITE

Luch-Energia Vladivostok - Shinnik Yaroslavl 1-0: 45'+1 Tikhonovetskiy.
Prima vittoria stagionale per il Luch-Energia (e per il suo nuovo tecnico, il giovane croato Vulic), che riescono ad avere la meglio sullo Shinnik grazie ad un tiro al volo dell'attaccante 28enne Tikhonovetskiy. Un inizio senza dubbio positivo per la formazione di Vladivostok, molto cambiata rispetto allo scorso anno, quadrata e prolifica; seconda sconfitta consecutiva, invece, per la squadra dell'Anello, che tanto bene aveva fatto nel primo turno al Luzhniki, fermando per 1-1 il CSKA.

Tom Tomsk - FC Mosca 2-1: 15' Skoblyakov rig., 86' Jokic; 26' V. Kaleshin.
Una rete siglata a quattro minuti dal termine dal difensore serbo Jokic regala il primo successo in campionato per i siberiani del Tom. Un altro ko per i Cittadini, che rimangono sul fondo della classifica con un solo punto. Situazione già critica per un Blokhin che si è trovato un ambiente che aveva ragiunto l'apice col quarto posto della scorsa stagione. Non si motiva un buon gruppo privandolo di un leader come Semak e, soprattutto, non rinforzandolo adeguatamente. Inutile la rete di Vitaly Kaleshin, di fatto l'unico acquisto dell'FC Mosca nel mercato invernale.

Terek Grozny - Spartak Nalchik 2-1: 44' e 73' (rig.) Lakhiyalov; 39' Dzakhimishev.
Torna alla vittoria in Premier Liga dopo oltre due anni e mezzo (risale al 23 ottobre del 2005 l'ultimo successo della formazione cecena nella massima serie russa, un 1-0 in casa della Dinamo, con rete di Adamov, centravanti attualmente in forza all'FC Mosca) il Terek, che si aggiudica un combattuto derby del Caucaso, contro uno Spartak Nalchik che per l'occasione, viste le assenze di alcuni titolari, sperimenta il 4-3-3. Grande rivelazione di queste prime giornate Lakhiyalov, capocannoniere del campionato insieme al nigeriano della Loko, Odemwingie, con tre reti.

Amkar Perm - Dinamo Mosca 1-2: 14' Kushev; 46' Danny, 70' L. Fernandez.
Non riesce all'Amkar la storica impresa di rimanere in testa al campionato per tre turni consecutivi: il vantaggio del bomber bulgaro Kushev viene rimontato dalle reti del trequartista portoghese Danny e del difensore argentino "El Coti" Fernandez. Ancora a secco Kerzhakov, comunque in ripresa. Tre punti che consentono alla Dinamo di raggiungere la seconda posizione in classifica, a pari merito con il CSKA.

CSKA Mosca - Saturn 1-0: 71' Vagner Love.
La partita più attesa del week-end ha indubbiamente deluso un pò le aspettative, più che altro per l'atteggiamento fin troppo rinunciatario di un Saturn visibilmente non ancora al top, che ha badato più che altro a difendersi. I piani di Gadjiev sono andati però in fumo quando Zhirkov, con un'azione delle sue, si è fatto tutto il campo palla al piede, servendo l'assist decisivo a Vagner Love (primo centro per lui in questo 2008). Ennesima prestazione da incorniciare di Jo.

Lokomotiv Mosca - Krylya Sovetov Samara 2-0: 83' Odemwingie, 90'+3 Traoré.
Importante vittoria per i Ferrovieri contro un avversario tutt'altro che abbordabile come il Krlya Sovetov di Slutskiy, calato ahiloro nel finale, come dimostrano le due reti subite negli ultimi 10'. Ancora in gol Odemwingie dopo la doppietta della settimana scorsa rifilata allo Shinnik, a segno anche un altro dei tre africani della rosa (il restante è il ghanese Dramani), il centravanti della nazionale maliana Traoré.


CLASSIFICA:
1. Rubin
2. CSKA 7
3. Dinamo 7
4. Amkar 6
5. Lokomotiv 6
6. Spartak Mosca 5
7. Zenit 4
8. Tom 4
9. Luch-Energia 4
10. Saturn 3
11. Krylya Sovetov 3
12. Spartak Nalchik 3
13. Terek 3
14. Shinnik 1
15. FC Mosca 1
16. Khimki 1

CLASSIFICA "BOMBARDIERI":
3 reti: Odemwingie (Lokomotiv), Lakhiyalov (Terek).
2 reti: Gökdeniz Karadeniz (Rubin), Jo (CSKA), Kushev e Zhilyaev (Amkar), Welliton (Spartak Mosca), Arshavin (Zenit), Jakubko (Saturn), Nizamutdinov (Khimki).



MIO VIDEO CON TUTTI I GOL:


4 commenti:

valentino tola ha detto...

Ho visto il Cska: è una squadra comunque sempre interessante da vedere per lo spirito offensivo e per i talenti di cui dispone, però la trovo abbastanza anarchica, gli attacchi talvolta denunciano un po' di improvvisazione e quando perdono la palla il pressing altissimo che fanno non è sempre coordinato (capita di vedere che attaccanti e centrocampisti-meno Semberas- vanno come lupi affamati a pressare al limite dell' area avversaria mentre i tre difensori rimangono bassi: una situazione potenzialmente molto pericolosa). La sensazione che mi avevano dato anche contro l' Inter è che corrano tantissimo, ma non nella maniera più intelligente.

Poi volevo chiederti su Krasic: se non ricordo male ne abbiamo già parlato, ma a te piace impiegato al centro? A me sinceramente pare tenda a portare troppo palla e ad andare a testa bassa, questo lo penalizza quando c'è da scegliere la miglior giocata sulla trequarti.

Kerzhakov 91 ha detto...

Hai perfettamente ragione, è un pò un "difetto" (?) di tutte le squadre russe quello di pressare altissimo rimanendo con la difesa bassina, in questo però la squadra indubbiamente migliore è lo Zenit. A mio modo di vedere sarebbe importante il pieno recupero del nigeriano Chidi Odiah, fuori per infortunio negli ultimi due anni, fondamentale nella cavalcata in UEFA del 2005.

Ne avevamo già parlato di Krasic ed anche in questo caso la penso come: meglio come esterno. Anche come trequartista però si fa valere: così così in fase di rifinitura, può trovare però più spazio per andare al tiro (nel campionato 2006, schierato in questa posizione, segnò diversi gol bellissimi, con dei tiri a giro alla Del Piero). Il titolare rimane comunque Daniel Carvalho: il CALCIO deve sperare che ritorni in condizioni atleticamente e fisicamente accettabili.

Immagino che tu sia stato deluso dal Saturn, secondo me una delle squadre russe più interessanti: era senza gli attaccanti titolari e con i centrocampisti visibilmente fuori condizione (i vari Eremenko, Loskov, Karyaka, etc erano tutti al rientro) ed hanno così pensato a difendersi, senza scoprirsi (ottimo il difensore slovacco Durica, cercato da diversi importanti club nel mercato invernale: tra i quali Zenit, Lokomotiv, Celtic, Aston Villa e Manchester City).

PS: niente male l'azioncina di Zhirkov, eh? Sempre più convincente anche Jo, a breve pubblicherò anche una scheda con tanto di video su di lui.

Francesco ha detto...

Concordo con quanto ha detto Valentino.Il limite del Cska è proprio quello.C'è una sorta di anarchia tattica senza la quale la squadra renderebbe molto di più.In Russia,campionato in via di crescita ma anocra non top level,te la cavi,mentre in Europa paghi il minimo errore.Questo è il motivo principale del flop del Cska in Europa e della strepitosa stagione dello Zenit,molto più occidentale in Uefa.Krasic gioca trequartista perchè Carvalho è ancora fuori fomra e Ramon è gravemente infortunato.Altrimenti Krasic andrebbe a fare l'ala destra e Carvalho il trequartista centrale.Se Daniel torna il vero Daniel e la difesa(ora a 4) si dimostrerà meno ballerina,il Cska tornerà fortissimo,visto che per me il tridente che amo chiamare Car-Va-Jo non ha assolutamente eguali in Russia e potrebbe tranquillamente essere tra i primi dieci d'Europa.

valentino tola ha detto...

Sì, ho visto tutti quei bei nomi nel Saturn (almeno quelli che riuscivo a riconoscere, per il resto, sai, non sono ancora così ferrato col cirillico :)), hanno fatto una partitella proprio insipida, e sì che il Cska era attaccabile proprio per quei disordini tattici di cui abbiamo parlato.

Fantastico Zhirkov ("il Ronaldinho russo", no Kerzha?), ma anche qui voglio cercare il pelo nell' uovo: non trovate che dovrebbe sovrapporsi un po' di più senza palla?

Jo è fortissimo, ma lo è di più partendo lontano dall' area: se fosse più cattivo negli ultimi metri sarebbe già ai vertici mondiali.