mercoledì 30 aprile 2008

SETTIMA GIORNATA: TUTTE LE PARTITE



Dinamo Mosca - Rubin Kazan 0-2: 28' Kvirkvelia, 34' Semak.
Continua la marcia trionfale del Rubin, sempre più primo in classifica: 7 vittorie su 7 partite, 21 punti conquistati su 21 disponibili, un ritmo che nessuna squadra aveva mai mantenuto nelle prime giornate della Premier Liga. Dopo questo successo arrivato in casa di una formazione in forma, nonchè seconda in classifica, ci si comincia a chiedere sul serio dove possa arrivare la squadra tartara, sempre più cinica e letale sottoporta. Agli ospiti è bastato annullare un giocatore come Danny, contenere i gemelli Kombarov sulle fasce ed ovviamente trasformare in oro le occasioni create per guadagnarsi questi tre importantissimi punti, che li mandano in fuga solitaria. La gara viene chiusa nel giro di neanche 10', grazie alla seconda rete in campionato di Kvirkvelia (girata fulminea di sinistro) ed al quarto centro di Semak, che raggiunge in vetta della classifica cannonieri il compagno di squadra Gökdeniz Karadeniz, fra l'altro autore dell'assist.
Chiaro il messaggio del Rubin alla concorrenza: provate a prendermi! Si è aperta la caccia al Rubin.


Luch-Energia Vladivostok - CSKA Mosca 1-3: 22' Bulyga; 24' Jo, 43' Vagner Love, 89' Aldonin.
Torna a vincere ed a segnare il CSKA, che riesce a prevalere sul Luch-Energia su un campo ai limiti della praticabilità, causa il violento acquazzone che si è abbattuto su Vladivostok. Erano stati proprio i padroni di casa a portarsi in vantaggio con la perfetta punizione del bielorusso Bulyga, che si insacca all'incrocio dei pali. Ci pensa però Jo, servito dal solito Zhirkov, a pareggiare i conti, poi è il connazionale Vagner Love ad insaccare a porta sguarnita in chiusura di primo tempo. Poco prima sarebbe potuto passare in vantaggio il Luch-Energia, che ha sprecato la grande chance di trasformare il rigore: ma, mai come in questo caso, più che di errore vero e proprio di Georgy Bazaev (il protagonista assoluto della sfida dell'anno scorso, che si concluse con un clamoroso 3-0, con doppietta proprio dell'esterno sinistro ex Alania), si può parlare di miracolo assoluto di Akinfeev, STREPITOSO (!!!) a respingere il pallone a mano aperta ed a bloccarlo immediatamente. Chapeau. A chiudere la partita ci pensa Aldonin con un potente destro da fuori, che trafigge inesorabilmente il portiere ceco Marek Cech (soltanto omonimo del più noto Petr).


Amkar Perm - Shinnik Yaroslavl 2-0: 55' e 86' Sikimic.
Vittoria abbastanza prevedibile dei rossoneri degli Urali contro la formazione di Yuran, che non riesce proprio a fare due risultati positivi consecutivi. Tre punti abbastanza sudati comunque per l'Amkar, arrivati grazie alle prime due reti in Russia del centravanti serbo Sikimic, assoluto mattatore del match. Entrambe le squadre hanno concluso la gara in 10, causa le espulsioni del difensore portoghese Ricardo da Silva (per doppia ammonizione) e del bomber bulgaro Kushev (brutto fallo di reazione), probabilmente stizzito per il rigore fallito in chiusura dei primi 45'.


Khimki - Krylya Sovetov Samara 1-0: 38' Radkov.
All'alba della settima giornata, arriva finalmente il primo successo stagionale per il Khimki del neo tecnico (probabilmente provvisorio) Igor Yushenko. Un successo firmato Radkov (prima rete nel campionato russo per il terzino della nazionale bielorussa) molto importante, poichè consente al Khimki di abbandonare l'ultima posizione, di sorpassare quindi l'FC Mosca e di raggiungere alla penultima posizione Luch-Energia e Shinnik.


Tom Tomsk - Saturn 0-1: 32' Durica.
Torna alla vittoria, che mancava da ben cinque turni, anche il Saturn di Gadjiev, che va a vincere in Siberia, sul sempre ostico campo di Tomsk, grazie ad una rete del difensore nazionale slovacco Durica. Tre punti che consentono a Loskov e compagni di portarsi a metà classifica e soprattutto di avvicinarsi alla "zona Europa", perchè quello è l'obiettivo a cui devono ambire i giocatori della formazione di Ramenskoye.


Spartak Mosca - FC Mosca 1-1: 55' Pavlenko; 67' Bracamonte.
Termina 1-1 il derby tra Spartak e FC Mosca, con il Luzhniki che riempe di fischi nel finale i propri beniamini, in parte giustificati dalle numerose assenze (Shishkin, Kovac, Bystrov e Pavlyuchenko, inoltre domenica si è fatto male anche il giovane Parshivlyuk, che in assenza di Shishkin aveva ricoperto il ruolo di terzino destro) ma ancora una volta autori di una gara sottotono. Pareggio tutto sommato giusto, non è stata di certo un'entusiasmante partita, lo Spartak ha giocato ad un ritmo troppo compassato, mentre l'FC Mosca catenacciaro di Blokhin, ha come sempre badato a difendersi, attaccando con costanza soltanto una volta ritrovatasi in svantaggio. Rete dell'1-0 di Pavlenko molto fortunosa, regalata dal portiere Zhevnov, fino ad allora pressochè perfetto, che si scontra in uscita con Bazhenov, con il pallone che termina sui piedi del libero Pavlenko, che a porta sguarnita insacca. Il meritato pareggio dei Cittadini è invece di tutt'altra fattura: cross calibrato di Petr Bystrov per l'argentino Bracamonte che svetta tra i due difensori centrali biancorossi ed insacca.


Lokomotiv Mosca - Spartak Nalchik 0-0
Pareggio interno molto deludente per i Ferrovieri, che sprecano una grande occasione per mantenere il ritmo del Rubin e per superare in classifica i concittadini della Dinamo. Rakhimov dovrà rivedere alcune cose, come l'assetto tattico imposto dalla sua squadra, ma paga soprattutto la scarsa vena di alcuni dei suoi migliori giocatori, primo tra tutti un irriconoscibile Bilyaletdinov, davvero in condizioni preoccupanti in vista EURO 2008. Protagonista l'ex portiere della nazionale russa U-21, Khomich, in prestito alla formazione caucasica dallo Spartak più conosciuto, quello di Mosca: è il suo prodigioso tuffo sul rigore calciato da Odemwingie a consentire ad i suoi di uscire indenni dal Lokomotiv Stadion.


Zenit San Pietroburgo - Terek Grozny: RINVIATA ALL'1 LUGLIO 2008.


CLASSIFICA:
1. Rubin 21 (7)
2. Lokomotiv 14 (7)
3. Dinamo 14 (7)
4. Amkar 13 (7)
5. CSKA 11 (7)
6. Krylya Sovetov 10 (7)
7. Spartak Mosca 10 (7)
8. Terek 9 (6)
9. Saturn 8 (6)
10. Tom 7 (7)
11. Spartak Nalchik 7 (7)
12. Zenit 7 (6)
13. Luch-Energia 5 (7)
14. Shinnik 5 (7)
15. Khimki 5 (7)
16. FC Mosca 4 (7).


CLASSIFICA "BOMBARDIERI":
4 reti: Gökdeniz Karadeniz e Semak (Rubin), Welliton (Spartak Mosca).
3 reti: Odemwingie (Lokomotiv), Danny e Genkov (Dinamo), Kushev (Amkar), Jo (CSKA), Tikhonov (Krylya Sovetov), Lakhiyalov (Terek), Nizamutdinov (Khimki).


MIO VIDEO CON TUTTI I GOL:
soundtrack: Iron Maiden - Iron Maiden.


Nessun commento: