domenica 18 maggio 2008

CSKA, rimonta da Coppa.


Finale Kubok Rossii 2007/08:

CSKA Mosca - Amkar Perm 2-2 (4-1 dopo i calci di rigore)

Reti: 66' Vagner Love, 75' Jo; 58' Drincic, 65' Dujmovic.

Il CSKA Mosca ritorna ad alzare un trofeo dopo quindici lunghissimi mesi (l'ultimo fu la SuperKubok 2007, arrivata dopo un'esaltante 4-2 contro i concittadini dello Spartak), vincendo la quarta Coppa di Russia della sua storia, la terza negli ultimi quattro anni. L'Armata Rossa è riuscita a conquistare questo trofeo dopo una gara molto equilibrata contro l'Amkar Perm, alla sua prima finale, nella quale Zhirkov e compagni sono riusciti a rimontare lo svantaggio di due reti, per poi battere ai rigori i rossoneri degli Urali (per l'occasione, in tenuta quasi completamente bianca), che hanno senz'altro peccato di inesperienza una volta ritrovatisi con un doppio vantaggio a proprio favore.

Il CSKA si presenta al Lokomotiv Stadion di Mosca con la formazione tipo, senza ovviamente gli infortunati di lungo corso Daniel Carvalho e Ramòn, e con il rientro in difesa di Alexey Berezutskiy, definitivamente recuperato quindi in vista dell'Europeo. Soliti undici anche per la squadra del "Conte" Bozovic, che preferisce il serbo Sikimic al connazionale Injac ed al giovane russo Zhilyaev come partner d'attacco del bomber bulgaro Kushev.
Sono proprio i moscoviti a partire meglio, colpendo il palo in apertura con Vagner Love. Poi al 22' tocca a Dudu impegnare Gabulov con un destro da poco fuori area. Sul successivo corner battuto da Zhirkov, ancora una volta il migliore dei suoi, Jo colpisce in pieno la traversa con un colpo di testa. Dopo poco più di 20', sono già due i legni colpiti dal CSKA. A questo punto gli ospiti escono fuori dal guscio, mantenendo comunque un atteggiamento prettamente difensivo, cercando di disinnescare i tanti talenti del CSKA, parsi tutti in giornata abbastanza positiva. Nel primo tempo l'Amkar riesce a rendersi pericoloso però soltanto da una palla inattiva: la velenosa punizione dello specialista Drincic viene deviata di testa da Belorukov, ma il pallone termina a lato. Va più vicino al gol Sikimic, ad inizio secondo tempo, sempre di testa, su cross dalla destra di Peev. E' il preludio che porterà al vantaggio della formazione di Perm firmato Drincic, un abitué contro il CSKA, un cecchino implacabile che ancora una volta riesce a dare un grosso dispiacere ai rossoblu. Il suo sinistro al volo è di rara bellezza per coordinazione, potenza e precisione. Chapeau. Sette minuti dopo arriva l'insperato raddoppio: sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto dallo stesso Drincic, i difensori del CSKA si dimenticano completamente di Dujmovic che viene colpevolmente lasciato libero in mezzo all'area. E' un gioco da ragazzi per il centrocampista croato trovare la rete del 2-0 dal limite dell'area. Ma l'Armata Rossa non demorde e trova il gol di Vagner Love che riapre la partita appena un minuto dopo. Il centravanti brasiliano rischia di ripetersi nell'azione successiva, quando impegna Gabulov in uscita, dopo essere stato ottimamente pescato da Zhirkov. A proposito di Zhirkov: l'abbiamo detto più volte, in questo periodo non certo esaltante per il CSKA, è lui a prendersi la responsabilità di caricarsi sulle spalle l'intera squadra e, dopo una gara ricca di giocate ad effetto, dribbling ubriacanti e cross pericolosi, ecco che al 75' corre incontro al compagno che sta per battere il corner, si fa passare la palla, salta un avversario, si accentra e conclude violentemente, con il pallone che prima carambola addosso a Jo e poi finisce dritto e poi gonfia la rete. E' 2-2, il compimento di una grande rimonta per il CSKA, contro un Amkar probabilmente non ancora abituato a gestire un risultato del genere in una partita di tale livello (ricordiamo che questa splendida realtà è entrata nell'elite del calcio russo soltanto negli ultimi anni, il suo primo campionato nella massima serie risale al 2004...). Notare come in entrambe le reti del CSKA il giocatore ad esultare maggiormente è sì un brasiliano, ma non il marcatore: in diretta infatti si pensava che fosse stato Dudu a segnare, nonostante non sia neanche entrato nelle azioni che hanno portato ai due gol moscoviti. Gazzaev, precedentemente corso ai ripari con l'inserimento del baby fenomeno Djagoev, si vede costretto a togliere lo stesso Dudu per infortunio e si gioca la carta rischiosa Janczyk, schierando così un modulo ultra offensivo che prevede ben tre attaccanti, con giocatori come Krasic, Djagoev e Zhirkov a centrocampo. L'Amkar però non morde come suo solito in contropiede ed allora la gara è destinata a proseguire nei tempi supplementari, dove però, come spesso succede in questo sport, a farla padrona è la voglia di non perdere e dove quindi i reali pericoli creati dalle due compagini sono pressochè inesistenti. La partita, per la quinta volta nella storia delle finali della Coppa di Russia, viene così decisa ai calci di rigore: i giocatori del CSKA si dimostrano dei mostri di lucidità, non sbagliandone neanche uno con Zhirkov, Vagner Love, Jo e Janczyk (suo il penalty decisivo). Per una strana legge del destino, gli errori dal dischetto nelle file dell'Amkar li commettono Drincic e Dujmovic, proprio i due giocatori rossoneri finiti sul tabellino dei marcatori. Viene negata così la possibilità di vedere la coppa finire in una squadra non moscovita (evento successo in sole due occasioni, ed in quei casi gli artefici furono Zenit e Terek), l'Amkar se la sarebbe probabilmente anche meritata un'affermazione, per la grande stagione scorsa disputata con Rakhimov e per l'inizio esaltante di quella attuale, però nella partita secca, i valori del CSKA hanno fatto la differenza.

I MIGLIORI: Non si hanno più aggettivi per definire le prestazioni di Zhirkov in questo 2008, attualmente senza alcun dubbio il miglior calciatore russo dopo Arshavin. Ci auguriamo che mantenga questo eccellente stato di forma in vista di EURO 2008. Bene comunque un pò tutti i big nel CSKA, a partire dalla coppia d'attacco composta dagli irremovibili Jo e Vagner Love, fra l'altro entrambi in gol. Continua a non brillare invece la stella di Krasic, che riesce comunque a rendersi decisivo nell'occasione dell'importantissimo primo gol, che riapre il match. Ci mette del suo Akinfeev nella lotteria dei calci di rigore, la parata su Dujmovic è più difficile di quanto non sembri. Si prende una grossa responsabilità il polacco Janczyk decidendo di battere quel rigore, ma alla fine ha ragione lui: palla sotto al sette e coppa al CSKA.
Ha sbagliato il primo penalty della sua squadra, è vero, ma la prestazione di Drincic è stata, nel corso dei 120', da incorniciare. Il montenegrino, più lo vedo e più mi convinco che si tratta di un ottimo giocatore, un regista completo, con uno tra i migliori piedi che ci siano in circolazione non soltanto nel campionato russo (ogni calcio piazzato è potenzialmente un pericolo quando si incarica lui di batterlo). E' un giocatore che vedrei bene proprio nel CSKA, non è detto infatti che non giungano richieste all'Amkar per questo 23enne centrocampista. Non mi sento di condannare neanche Dujmovic, la sua gara - impreziosita dalla rete del raddoppio - è stata la solita miscela di sacrificio e dinamismo. Mezzo voto in meno comunque per tutti e due. Non sempre imbeccato in profondità come un esterno dalle sue caratteristiche richiede, il bulgaro Peev è riuscito comunque a far partire dalla fascia di sua appartenenza diversi traversoni pericolosi.

I PEGGIORI: Esulta come un matto dopo le reti siglate dai compagni, si rende pure pericoloso in una circostanza, ma il CSKA necessita di qualcosa in più di Dudu Cearense nel ruolo di trequartista, forse era meglio partire con il 17enne Djagoev (che personalità il ragazzo!) fin dal primo minuto.
Nell'Amkar, davvero poco insidiosi, non soltanto per demeriti propri, gli stangoni Sikimic e Kushev; un attaccante rapido come Zhilyaev forse sarebbe servito maggiormente.


CSKA (3-4-1-2): Akinfeev 7; V. Berezutskiy 6, Ignashevich 6 (69' Rahimic 6), A. Berezutskiy 6; Krasic 6, Semberas 6, Aldonin 6 (61' Djagoev 6,5), Zhirkov 7,5; Dudu Cearense 5,5 (88' Janczyk); Vagner Love, Jo.
Amkar (4-4-2): Gabulov 6,5; Sirakov 5,5, A. Popov 6, Belorukov 5,5, Gaal 6; Peev 6,5 (90' Afanasiev s.v.), Dujmovic 6, Drincic 7, Starkov 6 (70' Cherenchikov 5,5); Sikimic 5,5 (77' Injac 5,5), Kushev 5,5.




Con la finale della Coppa di Russia 2007/08, vengono assegnati tutti i posti europei per le squadre russe in vista della prossima stagione. Ricapitoliamo la situazione:
- Zenit alla fase a gironi di CL;
- Spartak Mosca ai preliminari di CL;
- CSKA Mosca al primo turno di Coppa UEFA;
- FC Mosca al secondo turno preliminare di Coppa UEFA;
- Saturn al secondo turno di Intertoto.

Ricordo che a partire dalla stagione 2009/10 la Russia avrà ben tre posti in Champions League e due in più in Coppa UEFA.


Questo, infine, è l'albo d'oro della Kubok Rossii:
1992/93 Torpedo Mosca (1-1 d.t.s., 8-7 ai rigori contro il CSKA Mosca)
1993/94 Spartak Mosca (2-2 d.t.s, 4-2 ai rigori contro il CSKA Mosca)
1994/95 Dinamo Mosca (0-0 d.t.s., 8-7 ai rigori contro il Rotor Volgograd)
1995/96 Lokomotiv Mosca (3-2 contro la Lokomotiv Mosca)
1996/97 Lokomotiv Mosca (2-0 contro la Dinamo Mosca)
1997/98 Spartak Mosca (1-0 contro la Lokomotiv Mosca)
1998/99 Zenit San Pietroburgo (3-1 contro la Dinamo Mosca)
1999/00 Lokomotiv Mosca (3-2 d.t.s. contro il CSKA Mosca)
2000/01 Lokomotiv Mosca (1-1 d.t.s., 4-3 ai rigori contro l'Anzhi Makhachkala)
2001/02 CSKA Mosca (2-0 contro lo Zenit San Pietroburgo)
2002/03 Spartak Mosca (1-0 contro il Rostov)
2003/04 Terek Grozny (1-0 contro il Krylya Sovetov Samara)
2004/05 CSKA Mosca (1-0 contro il Khimki)
2005/06 CSKA Mosca (3-0 contro lo Spartak Mosca)
2006/07 Lokomotiv Mosca (1-0 d.t.s. contro l'FC Mosca)
2007/08 CSKA MOSCA




5 commenti:

valentino tola ha detto...

Ciao Kerzha, dovrei proporti una cosa, mi potresti contattare via mail? L' indirizzo lo trovi nel mio profilo.

GaSan ha detto...

ho visto le convocazioni confermate da hiddink....a casa denisov izmailov e kerzhakov...é pazzo davvero...

Jvan1980 ha detto...

Ciao sono Jvan Sica,

è da un po’ che ti seguo ed essendo un grande appassionato di sport mi interesso molto alle cose che scrivi.

Ho aperto da poco un mio blog sulla storia dello sport (www.sportvintage.blogspot.com), dove voglio parlare di quelle emozioni che abbiamo provato davanti alle immagini di sport che ci hanno accompagnato nella nostra vita.

A me farebbe molto piacere scambiare il link con te per poterti seguire con maggiore costanza e per parlarci un po’ delle cose che ci piacciono.

Spero di riscriverti presto e di scambiare il link con te.

Continuerò a seguirti con attenzione.

Ciao.

rodriguez ha detto...

Ciao! ho trovato il tuo blog molto interessante. Seguo il calcio e mi appassionano molto i campionati olandese,russo e quelli scandinavi. Ora ho aperto un blog sugli europei,se ti va passa a farci un salto. Gradirei un tuo parere sull'articolo sulla Russia (ti ho anche segnalato,per quei 3 lettori che potrò avere!). Ciao!!!
http://europei--2008.blogspot.com/

bernard n. shull ha detto...

i did a little research after you told me about your "thing", and if you want a way to make more money using your your blog you can enter this site: link. bye.