giovedì 25 settembre 2008

VENTIDUESIMA GIORNATA: LE ALTRE PARTITE


Rubin, ora il titolo è veramente ad un passo.




Continua il crescendo di emozioni verso la conclusione della Russian Premier Liga. Anche in quest'ultimo week-end, le emozioni assicurate alla vigilia non si sono fatte attendere, in una giornata dai contenuti tecnici all'altezza di tutti i principali campionati europei, con la supersfida fra Zenit e CSKA ed il successo al Luzhniki di Mosca del Rubin Kazan, sempre più in vetta. Andiamo ad analizzare, una per una, tutte le partite di questo scoppiettante ventiduesimo turno!


Luch-Energia Vladivostok - Lokomotiv Mosca 2-3: 6' Asildarov rigore, 60' Gvazava; 32' Sychev, 61' Odemwingie, 63' Sennikov.

Luch-Energia (4-4-1-1): 35 Stojkic; 31 Leandro, 3 D. N. Smirnov, 32 Pavlyuchek (dal 46', 4 Novkovic), 34 Kristic; 22 Gvazava, 24 D. A. Smirnov, 14 Damjanovic, 26 Dantsev (dal 65', 25 I. Shevchenko); 33 Asildarov (dal 77', 30 Alves).
Lokomotiv (4-2-3-1): 32 M. Cech; 55 Yanbaev, 23 Basa (dal 63', 18 G. Pereyra), 17 Sennikov; 8 Maminov; 9 Odemwingie, 58 Glushakov, 25 Cocis; 11 Sychev (dal 90', 10 Mudjiri).

Importante secondo successo consecutivo della Lokomotiv in trasferta, un 2-3 sofferto a Vladivostok che consente alla squadra allenata da Rakhimov di risalire in classifica e di rilanciarsi per un posto in Europa. Gara subito in salita per i Ferrovieri, orfani degli squalificati Bilyaletdinov e Torbinskiy, che passano in svantaggio a causa di un penalty trasformato da Asildarov, insieme al portiere ceco Marek Cech (che ha preso il posto dei deludenti Levenets e Pelizzoli) uno dei due ex della partita. I rossoverdi pareggiano al 32' con un colpo di testa di Sychev sugli sviluppi di un corner battuto da Maminov: è appena il quarto centro in campionato per il 24enne attaccante della nazionale russa, a secco da quel famoso derby contro lo Spartak Mosca conclusosi sul 2-2. Ha dell'incredibile invece quello che succede nella seconda frazione di gioco: al 60' i padroni di casa si riportano avanti con il centrocampista georgiano Gvazava, abile a sfruttare un errato rinvio di Rodolfo, a superare due avversari ed a concludere imparabilmente nell'angolino più lontano; passa meno di un minuto ed Odemwingie, ottimamente servito da Sychev in contropiede, pareggia da due passi. Trascorrono altri due minuti ed i Ferrovieri siglano la rete che deciderà l'incontro con l'esperto difensore Sennikov (che, pensate, non segnava da Rostov-Lokomotiv 1-1 della RPL del 2005), che ribadisce di testa in rete una traversa colpita da lui stesso.


Khimki - Saturn 2-1: 58' Jakubko, 90'+2 Antipenko; 63' Loskov.

Khimki (4-2-3-1): 30 Chichkin; 77 Sabitov, 6 Trivunovic, 79 Gabriel, 99 F. Kudryashov; 33 Rebeja (dal 36', 23 Eromoigbe), 2 Soava; 55 Dineev (dal 72', 31 Nizamutdinov), 90 Titov, 5 Pylypchuk (dall'82', 20 Antipenko); 11 Jakubko.
Saturn (4-5-1): 16 Botvinjev; 24 Angbwa, 3 Zelão, 6 Durica, 15 Nakushev; 88 Al. Ivanov, 5 Igonin, 10 Loskov, 7 Nemov, 31 S. Okoronkwo (dal 90', 22 Lebedenko); 8 Topic.

Il Luch-Energia rimane sì al terz'ultimo posto, ma vede avvicinarsi pericolosamente il Khimki, finalmente ritornato alla vittoria dopo un lungo digiuno. Gli uomini di Yuran si impongono per 2-in una sorta di derby contro il Saturn, l'altra squadra della regione di Mosca. E' bizzarro che a sbloccare l'incontro sia proprio Jakubko, centravanti nazionale slovacco passato in prestito dal Saturn al Khimki nell'ultima finestra di mercato, molto bravo a nascondere la palla al connazionale Durica ed a girarsi prontamente, battendo di giustezza Botvinjev (sostituto dell'infortunato Kinsky). Gli ospiti pareggiano 6' dopo con il redivivo Loskov, che anticipa tutti di testa su cross del giovane nigeriano Solomon Okoronkwo, protagonista con la sua nazionale nelle recenti Olimpiadi di Pechino. Si tratta del primo gol dell'ex leggenda della Lokomotiv nell'attuale campionato, il secondo da quando veste la maglia degli 'Alieni'. La gara sembra indirizzata verso il pari ma, nel penultimo minuto di recupero, il possente centravanti scuola CSKA, Antipenko, vola in cielo e di testa sigla il 2-1 finale sugli sviluppi di un corner battuto dal rumeno Soava, autore fra l'altro anche dell'assist del primo gol dei rossoneri. Prima sconfitta nel campionato russo per il tecnico tedesco Röber, che prima di questa partita aveva ottenuto due vittorie in altrettante gare.


Amkar Perm - Krylya Sovetov Samara 1-0: 63' Drincic.

Amkar (4-5-1): 42 Narubin; 14 Sirakov, 28 V. Kalashnikov, 23 Cherenchikov, 4 V. Fedorov; 7 Peev (dal 90', 19 Zhilyaev), 22 Dujmovic, 18 Drincic, 13 M. Novakovic, 5 Grishin (dal 59', 8 S. Volkov); 29 Kushev (dall'86', 99 Sikimic).
Krylya Sovetov (4-4-2): 31 Lobos; 14 Oh Beom-Seok (dal 38', 40 Shustikov), 22 Booth, 8 Taranov (dal 76', 9 Kovba), 29 Budylin; 99 O. Ivanov, 20 Jarosik, 21 R. Adjindjal, 3 Léilton; 15 Salugin, 89 Koller.

Continua la marcia quasi inarrestabile dell'Amkar, che in questi ultimi turni si è ripreso alla grande dopo un periodo di leggero appannamento, e che batte per 1-0 (rete del talento montenegrino Drincic direttamente su calcio d'angolo: conoscendo le sue doti balistiche, è assai probabile che l'abbia realmente cercato il colpaccio) la squadra al momento forse più in forma della Premier Liga, il Krylya Sovetov di Slutskiy. Amkar che conferma quindi il terzo posto in classifica a pari punti con il CSKA Mosca.


Dinamo Mosca - Shinnik Yaroslavl 2-0: 15' e 90' Semshov.

Dinamo (4-5-1): 21 Karcemarskas; 22 Wilkshire (dal 90', 4 Kowalczyk), 25 Kolodin, 6 L. Fernandez, 13 Granat (dall'84', 23 Tanasievic); 7 K. Kombarov, 8 Khokhlov, 20 Semshov, 15 Dimidko (dal 52', 16 Genkov), 9 D. Kombarov; 5 Kerzhakov.
Shinnik (4-4-1-1): 37 Pesjakov; 25 Semochko, 22 Vjestica, 18 S. Djordjevic, 29 Polovinchuk; 7 Boyarintsev, 15 Ushenin, 19 Laizans, 6 Yashin (dal 54', 81 Gomis); 70 Buznikin (dall'83', 13 D. Kudryashov); 16 Khazov (dal 46', 31 Monarev).

Mantiene il secondo posto la Dinamo che, trascinata dal suo principale leader Igor Semshov, si sbarazza dello Shinnik di Pavlov, ultimo in classifica ma con una gara (quella contro la Lokomotiv) da recuperare.


Tom Tomsk - Terek Grozny 2-0: 6' Jokic, 29' Tarasov.

Tom (4-2-3-1): 25 Pareyko; 21 Catinsus, 37 Jokic, 84 Vejic, 88 Stoica (dal 70', 22 V. Volkov); 4 Yanotovskiy (dal 69', 23 Radosavljevic), 14 Kontsedalov; 3 Klimov, 20 Tarasov, 5 S. Skoblyakov; 11 Maznov (dall'85', 83 Kharitonov).
Terek (4-4-2): 1 Lika; 42 Omeljanchuk, 18 Djabrailov, 47 Bendz, 14 V. Iliev; 11 F. Petre, 7 Essamé, 55 Margaritescu, 40 Vlasov; 10 Adiev (dal 77', 17 Kulik), 76 Pancu (dal 46', 9 Serdyukov).

Finisce invece 2-0 la sfida fra Tom e Terek, con i siberiani che dunque raggiungono i ceceni a quota 25 punti. Decidono le reti del difensore serbo ex Torpedo, Jokic (la terza per lui in questo campionato) e del trequartista nazionale U-21 Tarasov (primo gol invece per lui nel 2008). Primo successo per il Tom con il nuovo allenatore (il terzo della stagione) Nepomnyashchiy, secondo stop consecutivo invece per i verdi di Grozny.


Spartak Mosca - Rubin Kazan 0-1: 15' Rebrov.

Spartak Mosca (4-2-3-1): 22 Pletikosa; 49 Shishkin, 7 Jiranek (dal 13', 3 Stranzl), 88 Filipenko, 4 Fathi (dal 65', 14 C. Rodriguez); 15 Ra. Kovac, 5 Mozart; 23 V. Bystrov, 90 Ryzhkov (dal 68', 40 Dzyuba), 30 Saenko; 18 Prudnikov.
Rubin (4-2-3-1): 77 Ryzhikov; 9 Salukvadze, 76 Sharonov, 24 A. Popov, 27 Kvirkvelia; 6 Sibaya, 7 Semak (dal 65', 16 Noboa); 15 Ryazantsev (dal 72', 10 Kobenko), 61 Gökdeniz Karadeniz, 14 Rebrov; 11 Bukharov (dall'83', 99 Hasan Kabze).

Esordio amaro in Premier Liga per il neo tecnico dello Spartak Mosca, il danese Michael Laudrup. I rossobianchi hanno infatti perso per 1-0 al Luzhniki contro il sempre più lanciato verso il titolo Rubin di Berdyev, che vince così la sua seconda partita consecutiva con il minimo scarto, grazie ancora una volta ad un gol in apertura del 'vecchio' Rebrov, che si sta rivelando un acquisto azzeccatissimo in questo girone di ritorno, mettendo a servizio della squadra tutta la sua esperienza e personalità. Ottimo anche l'esordio al centro della difesa di Alexey Popov, l'ex capitano dell'Amkar, prelevato in estate dopo un lungo corteggiamento.


FC Mosca - Spartak Nalchik 1-3: 83' S. Ivanov; 44' Samsonov, 53' Siradze, 65' Kalimullin.

FC Mosca (4-4-1-1): 16 Amelchenko; 27 V. Kaleshin, 3 Sheshukov, 2 Godunok, 22 Kuzmin; 19 Samedov (dal 71', 37 Stavpets), 77 S. Ivanov, 13 Rebko (dal 57', 29 Strelkov), 88 Cesnauskis; 6 Ricardo Baiano Lago (dal 68', 28 Krunic); 69 Bracamonte.
Spartak Nalchik (4-4-2): 13 Khomich; 3 Yatchenko, 5 Amisulashvili, 20 Djudovic, 17 Filatov; 8 Samsonov (dall'83', 10 Kazharov), 15 Mashukov, 18 Kiselkov, 26 Sernas (dal 41', 7 Gogua); 47 Goshokov (dal 58', 84 Kalimullin), 43 Siradze.

Non contento dell'umiliante 1-2 contro l'FC Copenhagen in Coppa UEFA, l'FC Mosca di Blokhin viene ancora sconfitto in casa da un ottimo Spartak Nalchik, portatosi sullo 0-3 grazie alle reti di Samsonov (grande prestazione quella dell'esterno della nazionale U-21 in prestito dallo Zenit, autore del primo gol con un bell'anticipo di testa ed assist-man del secondo dopo una pregevole azione personale), Siradze e Kalimullin (grave l'errore dell'ex difensore del Luch-Energia, Sheshukov). Nel finale Stanislav Ivanov rende meno pesante il passivo, dopo che Bracamonte aveva sbagliato un penalty procurato dallo stesso centrocampista moldavo.


CLASSIFICA:
1. Rubin 48 (22)
2. Dinamo 39 (22)
3. Amkar 38 (22)
4. CSKA 38 (22)
5. Spartak Mosca 33 (22)
6. Krylya Sovetov 33 (22)
7. Lokomotiv 31 (21)
8. Zenit 31 (21)
9. Spartak Nalchik 28 (22)
10. FC Mosca 26 (22)
11. Tom 25 (22)
12. Terek 25 (22)
13. Saturn 24 (21)
14. Luch-Energia 18 (22)
15. Khimki 17 (22)
16. Shinnik 15 (21)


CLASSIFICA MARCATORI:
10 reti: Vagner Love (CSKA, 1 rigore).
8 reti: Odemwingie (Lokomotiv); Topic (Saturn).
7 reti: Bilyaletdinov (Lokomotiv, 4); Zyryanov (Zenit), Nizamutdinov (Khimki).


MIO VIDEO CON TUTTI I GOL DELLA 22^ GIORNATA:


Nessun commento: