lunedì 13 ottobre 2008

Dichiarazioni post Germania-Russia 2-1.


Guus Hiddink: "Nel primo tempo siamo stati contratti; eravamo timidi ed abbiamo sofferto i nostri avversari. Nell'intervallo ho dato indicazioni precise, ero molto scontento, ma poi i ragazzi hanno disputato un secondo tempo strepitoso. Ci è mancata la fortuna, altrimenti avremmo pareggiato. Se la palla calciata da Dzagoev fosse entrata, sarebbe stata una bellissima favola, putroppo non è andata così.
Non capisco il perchè abbiamo sempre questo bisogno di prendere uno schiaffo per poi reagire; non so, forse è nella mentalità della persona russa. Comunque sono contento per quello che i ragazzi hanno dimostrato, reagendo ed imponendo il proprio gioco ai tedeschi.
Perchè ho fatto giocare Yanbaev? Semplice: quando giochi contro un avversario forte, il terzino spinge meno del solito e non volevo giocarmi Zhirkov soltanto per coprire e non per attaccare; quindi ho deciso di scaricare il lavoro di copertura sulle spalle di Yanbaev, per sfruttare Yuri in fase offensiva, che è straordinario nell'interpretarla. Yanbaev è costantemente stato tra i migliori in allenamento. Si è guadagnato la mia fiducia.
Ricordate il gol fallito da Pogrebnyak in apertura? Grande giocata di Zhirkov su palla filtrante di Arshavin. Se Pasha avesse segnato, non si sarebbe parlato di questa mia scelta. Semplicemente i tedeschi non sbagliano, noi sì. Noi abbiamo creato tanto, trasformando il 10%, loro il 50%. E' tutta qui la differenza.
Non sono assolutamente arrabbiato o deluso da Vasily Berezutskiy. Lui ed Ignashevich hanno fatto un buon lavoro dietro. Non è colpa loro se i tedeschi arrivavano in massa dalle loro parti. Si sono trovati a giocare su di un terreno non loro. La causa va ricercata nello scarso filtro a centrocampo.
Avevamo molte varianti in squadra e per questo non ha giocato Semshov. Denisov si è dimostrato un grande inserimento per la nostra nazionale e conto tantissimo su di lui.
Pogrebnyak è finito spesso in fuorigioco e non ha eseguito le mie direttive. Non una buona serata per lui. Col Galles ci ha fatto vincere, con la Germania non è stato tra i migliori. Ma è in buona compagnia. Succede nel calcio.
Con la Finlandia apporterò qualche modifica, ma non stravolgerò la formazione scesa in campo a Dortmund. Prima della gara avevo più volte ripetuto di essere soddisfatto anche di un pareggio. Le statistiche della partita hanno detto che abbiamo giocato come la Germania, tuttavia abbiamo pagato lo scotto di un inizio molto complicato. Chiedo ai miei uomini di essere orgogliosi e di farlo contro la Finlandia. La Germania è la grande favorita del gruppo, noi ora dobbiamo assolutamente vincere."


Sergey Semak: "La Germania ha vinto la gara nel primo tempo. Eravamo impauriti e poco abituati ad una partita del genere. Siamo una squadra molto giovane, una novità ad alti livelli, questi errori di inesperienza ci stanno e ci serviranno solamente per imparare".


Igor Akinfeev: "Come al solito i primi 10-15 minuti eravamo contratti perchè temevamo l'avversario. Non capisco che cosa ci sia da temere, ma è sempre così in queste partite. Soffriamo certi avversari e certi stadi."


Joachim Löw: "Abbiamo fatto un gran primo tempo, faccio i complimenti alla squadra. Nel secondo tempo siamo stati insicuri e nel finale abbiamo avuto anche un pò di fortuna. Abbiamo perso il controllo del match perché la Russia è molto forte e fa un gran gioco di squadra".


Michael Ballack: "Vittoria importantissima contro una avversario che non si è arreso ed ha lottato sino alla fine. Faccio i complimenti alla Russia perchè è una nazionale veramente fortissima."


Philippe Lahm: "L'ultima mezz'ora è stata serrata, eccitante fino all'ultimo secondo. In occasione del due a uno purtroppo ho fatto un errore. Dopo questa vittoria dobbiamo per forza continuare su questa strada già da mercoledì contro il Galles".


Oliver Bierhoff: "Importantissimo vincere contro la Russia. Un grande primo tempo, poi loro ci hanno davvero messo sotto e per fortuna, tutto è stato dalla nostra parte ed abbiamo portato a casa i tre punti".

Nessun commento: