mercoledì 24 dicembre 2008

PROTAGONISTI: Yuri Zhirkov, il 'soldato' ambito da mezza Europa

Frizzante laterale sinistro salito alla ribalta nelle file del CSKA Mosca con la conquista della Coppa UEFA 2004/05, Yuri Zhirkov si è definitivamente consacrato in questo 2008, vincendo sia il premio di Miglior Calciatore Russo dell'anno che quello di Miglior Giocatore della Russian Premier Liga, e venendo inserito da France Football tra i 'magnifici 30' pretendenti al Pallone d'Oro. Ciò grazie soprattutto ad un Campionato Europeo giocato in modo sontuoso, nel quale è risultato uno dei migliori calciatori dell'intera competizione, oltre che il principale trascinatore della Russia insieme ad Andrey Arshavin.
Considerato quasi all’unanimità degli esperti come il più forte laterale mancino presente attualmente a livello mondiale, Zhirkov nasce esterno alto, ruolo che continua a ricoprire con profitto nel 'suo' CSKA, ma la posizione nella quale ha dimostrato di risultare devastante è stata quella di terzino sinistro, che ha fatto sì che esplodesse prepotentemente agli occhi del grande pubblico come il miglior interprete del ruolo di tutto l'Europeo, in seguito ad un'abile intuizione di quel vecchio volpone di Guus Hiddink, da sempre un suo grande estimatore. Giocatore inesauribile e dalla affidabile continuità di rendimento, Zhirkov è l'emblema dell'ottima nazionale russa ammirata nello scorso giugno: il suo è un calcio 'totale', in cui tutto è compiuto a velocità supersonica, con un ritmo di gioco sempre elevatissimo; è elegante nelle movenze, sia nelle giocate che nelle progressioni; ed è altresì in possesso di un uno contro uno da ala vecchio stampo, capace di lasciare sul posto l'avversario di turno. Esemplare a tale riguardo la gara disputata proprio ad EURO 2008 nei Quarti di Finale contro l'Olanda, nella quale Zhirkov ha avuto l'energia per farsi tutto il campo e per creare costanti pericoli alla difesa Oranje anche nei tempi supplementari.
Il russo, nato a Tambov 25 anni fa, è anche un esempio di professionalità rara. Primo ad arrivare agli allenamenti, ultimo ad andarsene, è uno che ha rinunciato anche a celebrare il matrimonio con la propria fidanzata per sostenere un allenamento in più con la propria nazionale nel mese di febbraio (si trattava di semplici test atletici e sedute stage).
Prima di questa eccellente stagione a livello personale, la forte presenza brasiliana che ha caratterizzato il CSKA nelle ultime annate gli ha sottratto parte della considerazione che pur meritava, e ciò nondimeno Yuri è rimasto la pietra miliare della squadra dell'ex Armata Rossa.
Scoperto dagli attenti osservatori del CSKA, Zhirkov approda a Mosca ad inizio 2004 dallo Spartak Tambov, una formazione della Serie C russa, e lascia subito il segno, conquistando prima il posto nell'undici titolare a discapito dello strapagato argentino Osmar Ferreyra, e poi risultando uno dei principali artefici del secondo posto conquistato in campionato dalla squadra allora allenata dal brasiliano Artur Jorge. Nel 2005 sulla panchina dei 'Soldati' arriva il tecnico che più di ogni altro ha il merito di aver fatto crescere il ragazzo, Valery Gazzaev. Con lui come mentore, Zhirkov inizia la stagione debuttando in nazionale – in amichevole contro l’Italia –, quindi segna gol decisivi nella finale di Coppa UEFA (3-1 contro lo Sporting di Lisbona, con la sua rete che servì a portare i russi in vantaggio) e in quella di Coppa di Russia (1-0 contro il Khimki) undici giorni più tardi. Diventato ben presto un titolare fisso nella Russia, è tra i protagonisti dei due campionati conquistati consecutivamente dal CSKA, nel 2005 e nel 2006. Si mette in luce anche nell'edizione 2006/07 della Champions League, nella quale mette a segno una rete d'antologia - successivamente votata come miglior gol dell'intera competizione - contro l'Amburgo, che resta la sua unica marcatura ad oggi (in 18 partite) nel più prestigioso torneo continentale. E' tra i pochi a salvarsi anche nel deludente 2007 del CSKA, mentre nella stagione appena conclusa il suo rendimento ha raggiunto livelli elevatissimi, non sbagliando di fatto neanche una partita e risultando anzi sovente decisivo nella rincorsa della sua squadra al secondo posto finale, alle spalle del Rubin Kazan rivelazione.
Una lunga serie di prestazioni che non sono rimaste inosservate ai più grandi club europei che, chi più chi meno, hanno tutti intenzione di portare il numero 18 russo alla loro corte. Hanno già pubblicamente manifestato il loro interesse Barcelona, Bayern Monaco e...Juventus, con Claudio Ranieri che vede in Zhirkov il miglior erede possibile di Pavel Nedved. Come dargli torto?


Ecco una compilation realizzata dal sottoscritto sul numero 18 del CSKA Mosca e della nazionale russa:



Nel caso in cui non riusciste a vedere il video, ecco il link nel quale potete trovare il suddetto: http://videos.sapo.pt/Uo6aP4GfdI3hB0a3bZ5N

6 commenti:

Ax ha detto...

Ciao Kerzhakov ti va uno scambio link? Se sì fatti un giro su un mio blog e dammi una risposta. Il tuo blog è mlt interessante! Per ora ho aggiunto il tuo link spero che mi rispondi presto ciao :)!

JAT 64 ha detto...

Ma chi è questo Dimitrov che sembra stia diventandol'allentore dell Amkar
Perm

giulio ha detto...

Sono davvero contento perchè finalmente hai deciso di dedicare ampio spazio a Yuri Zhirkov. In questo momento credo che sia l'esterno sinistro più forte del mondo.
Agli ultimi europei ha dimostrato di possedere grandi doti fisiche e immense qualità tecniche. Cosa che non conoscevo e, che ho appreso con piacere leggendo il post, è la grande professionalità di questa persona.
Da tifoso juventino posso solo dire che sarebbe bellissimo se diventasse lui l'erede di Nedved, però spero che qualora volesse cambiare squadra non si comporti come Arshavin (le sue continue e pesanti esternazioni non mi sono davvero piaciute).

The Chosen One ha detto...

Video meraviglioso che rende merito ad un giocatore davvero eccezionale che fin'ora in carriera ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato.
Fosse argentino o brasiliano al momento si parlerebbe di lui come un fenomeno, ma putroppo qui in Italia ci si ritrova a parlare di lui solo se la Juve o chiccessia si interessa a lui.

Ps: Disponbile ad uno scambio di link???

CIAO e AUGURI DI BUON NATALE (anke se in ritardo)

ENZO ha detto...

great player kerzhakow!!
and zhirkow too! and Dzagoeev,Vagner Love , Krasic..
great blog and great look of it!
i love international football too!
i wait you in my blog!

Kerzhakov 91 ha detto...

Come prima cosa...anche se in ritardo, AUGURI DI BUON NATALE ED IN GENERALE BUONE FESTE A TUTTI!!!

@Ax
Certo, ora ti aggiungo anch'io.

JAT64@
Se devo essere sincero non è che lo conosca più di tanto, è un tecnico bulgaro che ha ottenuto buoni risultati in patria e che ha preferito l'Amkar alla nazionale bosniaca. Potrebbe rivelarsi l'ennesima scelta adatta, considerando i diversi bulgari presenti nella formazione di Perm. Del resto, chi avrebbe mai pensato che l'anno scorso un altro debuttante in Russia, il montenegrino Bozovic (strappato a suon di milioni di euro dall'FC Mosca, club in cui ha preso il posto del deludente Blokhin) ottenesse alla fine dei risultati così straordinari?

@giulio
Già, Yuri si meritava proprio un bel post (con tanto di video) dedicato tutto a lui. Se la Juve riuscisse davvero ad acquistarlo farebbe un colpaccio, anche se è chiaro che si tratta di un giocatore assai differente da Nedved come caratteristiche.

@The Chosen One
Certo, aggiungo subito anche te.
Purtroppo hai ragione, ma è una vecchia storia...tra la gente comune Zhirkov è poco conosciuto e sottovalutato tuttora, figuriamoci prima degli Europei...
Ma fortunatamente ci sono anche gli appassionati di calcio come te che lo conoscevano già da prima ;)

@Enzo
Thanks :D