mercoledì 3 dicembre 2008

Verso una clamorosa 'fusione' Saturn-Khimki???

La notizia è di quelle forti. Nella giornata di ieri, in Russia i principali quotidiani sportivi non usavano nemmeno il condizionale: Khimki e Saturn saranno una cosa sola a partire dal 2009. Le agenzie di stampa russe sono sicure che la crisi economica che costringerà sia il Saturn che il Khimki a rivedere i propri budgdet, con conseguenti tagli di personale e di fondi provenienti dalla Moskvaskaya Oblast' che entrambe finanzia, avrà come conseguenza la fusione tra i due più importanti club della periferia moscovita. Sempre secondo l'indiscrezione, la squadra continuerebbe a chiamarsi Saturn e si allenerà a Rameskoe, attuale sede degli 'Alieni', tuttavia le gare interne andranno in scena alla Khimki Arena da poco terminata, situata nella cittadina a nord di Mosca (Ramenskoe si trova invece a sud).
La notizia sta creando un trambusto non indifferente e si susseguono indiscrezioni di minuto in minuto. I tifosi del Khimki si sentono (giustamente!) traditi e sono pronti ad inoltrare una pacifica lettera al governatore della Moscow Region. Tifosi che vedrebbero dissolversi nel nulla dieci anni di battaglie e di successi inaspettati, pensate alla cavalcata in Coppa di Russia nel 2005 quando raggiunsero la finale (poi persa per 1-0 contro il CSKA Mosca, a causa di una rete di Zhirkov) od alla promozione del 2006, con le conseguenti due salvezze consecutivi (più brillante la prima, più sofferta la seconda). Gli stessi supporters però si ritengono poco potenti contro un'amministrazione governativa che non ha la forza di finanziare due squadre. Tuttavia, nel corso della giornata è arrivato un comunicato della Moscow Region che ha confermato l'ipotesi di fusione tra i due club alle condizioni già rivelate dalla stampa. C'è chi è scettico e non ci crede come Egor Titov, giocatore più rappresentativo del Khimki, e c'è chi, come la Federcalcio Russa, dovrà presto decidere se dare il semaforo verde a tale decisione. Le parti avrebbero già accettato la fusione, sia da Ramenskoe che da Khimki. Il DS del Saturn Zhiganov ha fatto sapere di aver iniziato le pratiche per la fusione. Dell'argomento si parla anche sul sito degli stessi "Alieni". Spiazzato il ministro dello Sport, nonchè della Federazione, Vitaly Mutko, che ora dovrà prendere visione di tutto quanto sta accadendo "fuori Mosca".
In caso di fusione sarà il KamAZ Naberezhnie Chelny (terza classificata nella First Division appena terminata) ad approdare in Premier Liga; il club allenato dal fratello minore di Yuri Gazzaev si è detto però tentennante, e nel caso in cui dovesse tirarsi indietro, l'Ural di Ekaterinburg (la quarta classificata nella Serie B russa) ha fatto sapere di aver già deciso in merito al possibile ripescaggio nella massima serie.
Il Khimki sta facendo il possibile per andare incontro ai propri tifosi, scontenti e profondamente delusi: il club della Moskvaskaya Oblast' infatti sta cercando investitori per scongiurare l'inglobamento nel Saturn. A sentire però dai diretti interessati, l'impressione è che vi sarà questa fusione, ovvero il Khimki sarà a tutti gli effetti inglobato nel Saturn. Sarà la squadra della periferia del nord di Mosca a scomparire praticamente per sempre ed i dirgenti saranno di fatto liquidati, così come una buona parte dei calciatori messi sul mercato oppure lasciati direttamente liberi di accasarsi altrove. A tal proposito, a Ramenskoe hanno già fatto sapere che non hanno intenzione di puntare su Titov .Il giocatore avrebbe probabilmente prolungato di un anno l'accordo che lo legava al Khimki, ma se la squadra in cui l'ex capitano dello Spartak Mosca ha giocato la seconda parte della stagione dovesse effettivamente scomparire all'interno del Saturn, l'accordo non sarà prolungato dai dirigenti degli 'Alieni', restii a puntare sul 32enne trequartista ex nazionale russo.

4 commenti:

Vojvoda ha detto...

Che Harakiri lo Spartak!Il palo colpito da Saenko ancora trema,la difesa russa ha tremato tutta la gara.Ora serve un miracolo a casa di Pavlyuchenko,impresa a dir poco disperata anche in virtù del fatto che l'Udinese a Nimega non si dannerà certo l'anima...!
Ciao;-)

Kerzhakov 91 ha detto...

Spartak indifendibile, è la vergogna del calcio russo. Perdere per 2-1 in casa contro una formazione PESSIMA (direi la peggior compagine vista al Luzhniki quest'anno) come il NEC, che nel campionato russo farebbe molta fatica a salvarsi non ammette giustificazioni. Onestamente, sono stufo, ne ho piene le balle, delle figure di merda (perchè di questo si tratta) accumulate da un club blasonato e glorioso come lo Spartak in giro per l'Europa nelle ultime stagioni. Mercoledì hanno davvero toccato il fondo, giocando una gara inguardabile contro una formazione francamente oscena (ed il sottoscritto è uno che prima di trarre certe conclusioni ci pensa non una ma 10 volte).


Meno male che c'è il CSKA, va...;)

Vojvoda ha detto...

Sto leggendo il bel libro di Curletto...meriterebbe di più quest'entità!

Entius ha detto...

Ciao,
finalmente sono riuscito a pubblicare l'articolo che mi aveva mandato sul bilancio del campionato russo.
Di nuovo grazie mille.
A presto

www.calciorum.blogspot.com