venerdì 1 maggio 2009

PREVIEW SETTIMA GIORNATA.

Ormai possiamo affermarlo all'unisono: la Russian Premier Liga è ufficialmente entrata nel vivo. Ogni weekend vi sarà almeno un big match. La classifica cambierà volto continuamente e le grandi sono attese a gare mai banali. Coi primi caldi, sono arrivati anche i gol e lo spettacolo che i tifosi a lungo hanno invocato. Insomma, d'ora in avanti, dopo una partenza forse un pò a rilento, lo spettacolo non dovrebbe praticamente mai mancare. Andiamo a scoprire gara per gara il programma di questo primo fine settimana di Maggio!


Sabato 2 maggio

h. 09:30
Tom Tomsk - Terek Grozny
2005- Tom - Terek 2-0: 64' Bornosuzov, 80' Vejic.
2008- Tom - Terek 2-0: 5' Jokic, 29' Taranov.

Inizia dalla Siberia il Maggio calcistico russo. Reduce da due sconfitte per 2-1 tra Kubok e Campionato, entrambe in rimonta contro l'FC Mosca, la squadra di Nepomnyaschiy cerca nel suo Trud Stadion punti importanti in chiave salvezza. I Siberiani hanno mostrato carattere e diligenza nelle ultime uscite. La costanza di rendimento ed il saper prendersi i punti là dove sono necessari collocano Klimov e compagni in una posizione al momento di predominio rispetto ad altre concorrenti, forse anche più dotate in quanto ad organico, ma più' discontinue nel rendimento. A Tomsk arriva un Terek la cui verve è andata smarrendosi dopo aver perso contro il Rubin il primato della classifica. La squadra allenata da Vyatcheslav Groznyj non vince dalla Terza Giornata ed il rendimento lontano dalla Cecenia è come si sa quello che e': insomma, è chiaro che nella lontana Siberia si baderà' in primo luogo a muovere la classifica, poi quel che verrà verrà. Curiosamente in quattro incontri giocati in Premier Liga, tutti e quattro sono andati al Tom, capace di rifilare 8 reti e di subirne soltanto una.


h. 12:00
Spartak Mosca - Dinamo Mosca [in diretta su Pervij Kanal - CH 1 RUS Orti]
2004- Spartak Mosca - Dinamo 2-2: 31' Kalinichenko, 42' Parfenov rigore; 12' Yashin, 50' Zboncak.
2005- Spartak Mosca - Dinamo 5-1: 16' e 31' Cavenaghi, 34' e 56' Boyarintsev, 86' C. Rodriguez; 13' Ribeiro.
2006- Spartak Mosca - Dinamo 3-2: 21' Pavlyuchenko, 75' Boyarintsev, 79' Mozart rigore; 36' Danny, 58' Derlei.
2007- Spartak Mosca - Dinamo 2-1: 25' Pavlyuchenko, 52' Welliton; 70' autorete Ra. Kovac.
2008- Spartak Mosca - Dinamo Mosca 1-1: 79' Dzyuba; 22' Kerzhakov.

E' la gara storicamente piu' importante di Russia. Da anni Dinamo e Spartak sono costrette a condividere il palcoscenico e spesso a lasciare il passo e la gloria ad altre realtà, ma quella del Luzhniki non è e mai sarà una gara come le altre. C'e' troppa storia alle spalle per rendere banale un tale incontro. La rivalità e l'odio sportivo tra le due formazioni è reciproco ed affonda le radici nella quasi centenaria storia del Rossiskiy e soprattutto Sovetskiy Futbol.
Lo Spartak arriva gasato e col morale alto: ennesimo banco di prova per l'onnipresente Karpin che sin'ora ha superato la prova debutto e la controprova dell'ex capolista Rubin, battuta a domicilio con un perentorio 2-0. A corollario dell'equilibrio che regna sovrano in Russia, lo Spartak - che soltanto due settimane fa sembrava una squadra destinata al ruolo di comprimaria - arriva al derby contro la Dinamo, capolista nel momento più buio dei moscoviti, da favorito, dopo le due vittorie in due gare messe a segno da Karpin che dalla scorsa settimana s'avvale della regia di Romantsev e dopo aver messo im mostra un gioco a tratti anche piacevole, illuminato dalla fantasia di Alex, capace di accendere ed innescare Welliton, sicuramente uno dei migliori attaccanti di questo inizio di torneo. La Dinamo sarà un ulteriore banco di prova per il pacchetto arretrato, apparso in ripresa con l'inserimento di Stranzl (e...perchè no, anche di Djanaev) ma non certamente tra i piu' affidabili della Premier Liga. Proprio Djanaev, letteralmente inondato di complimenti in settimana, è atteso ad una nuova riconferma: sara' il suo primo derby.
Kobelev e i suoi, reduci dalla sconfitta rimediata tra le mura amuche della Khimki Arena contro il Krylya Sovetov, puntano a dimenticare il passo falso dello scorso weekend in quella che è per i tifosi la gara dell'anno. Nei Sinie-Byllyie rientrano Kerzhakov e Dmytry Kombarov, ovvero i due giocatori che in questo inizio di torneo hanno mantenuto in alto una Dinamo mai parsa in grande spolvero, incluso nell'ultimo precedente tra le due squadre, risalente a tre settimane fa: stesso stadio, stesse squadre, finì 0-3 per la Dinamo, in una gara che ha segnato la fine dell'era Laudrup e l'inizio del potentato di Karpin: una gara che forse la Dinamo si è pentita di aver vinto in tal modo, perchè quello che scendera' in campo domani alle 14 Moscow Time, sara' tutt'altro Spartak rispetto a quello fragile battuto in Kubok Rossii.
Su 34 precedenti nel massimo torneo russo, lo Spartak ha vinto 18 volte, 12 i pareggi e per sole 4 volte ha prevalso la Dinamo, due nello scorso secolo, due in quello attuale (una delle quali proprio nello scorso campionato, quell'indimenticabile 4-3 con Danny assoluto mattatore di quello splendido match).


h. 14:30
Amkar Perm - FC Mosca
2004- Amkar - FC Mosca 1-0: 62' Bulyga.
2005- Amkar - FC Mosca 0-0
2006- Amkar - FC Mosca 2-2: 33' e 52' Savin; 64' Adamov, 68' Semak.
2007- Amkar - FC Mosca 1-1: 90' Kushev; 47' Golyshev.
2008- Amkar - FC Mosca 2-0: 38' Kushev, 66' Belorukov.

Miodrag Bozovic torna a Perm. Il tecnico montenegrino ora all'FC Mosca trova una squadra senza dubbio diversa nel morale e nel rendimento da quella che sotto la sua guida seppe sfiorare l'approdo ai Preliminari di Champions League per poi raccogliere comunque uno strepitoso quarto posto, il miglior piazzamento nella storia del club degli Urali. L'Amkar del dopo Bozovic vive forse il momento più duro degli ultimi - strepitosi - due anni. Dopo due stagioni passate ad accarezzare la vetta della classifica, i rossoneri intravedono una stagione dove avere un obiettivo potrebbe voler dire salvarsi il piu' velocemente possibile. Fino allo scorso weekend, nonostante mancassero gioco e soprattutto reti, Dimitar Dimitrov, l'uomo che ha sostituito Bozovic in panchina, poteva fregiarsi del titolo di difesa meno battuta del torneo: un titolo però spazzato via, sommerso dal poker dello Spartak Nalchik, sino a quel momento peggior attacco di Russia. Interrogativi che frulleranno nelle menti dei giocatori agli ordini diel bulgaro Dimitrov proprio nella gara dove Bozovic torneraà a sedersi su di una panchina dello Stadio Zvezda, ma in quella della squadra ospite. La sua nuova squadra, l'FC Mosca, sembra per certi versi l'Amkar dell'anno scorso: idee chiare, lavoro, identità, organizzazione e solidità. Difficile in un Campionato pazzo ma comunque meno equilibrato fin qui rispetto a quello dello scorso anno e con risorse limitate arrivare nuovamente ai piedi del podio, ma qualche soddisfazione il buon montenegrino se l'è gia' tolta, chiedere allo Spartak per credere.
Nei dieci precedenti, leggero vantaggio dei "Cittadini", capaci di vincere 4 volte; 3 pareggi e 3 vittorie dell'Amkar nelle restanti sfide.


h. 17:00
Saturn Oblast Ramenksoe - Rubin Kazan
2004- Saturn - Rubin 1-1: 83' Jean Narde; 21' Dostalek.
2005- Saturn - Rubin 0-0
2006- Saturn - Rubin 1-2: 65' Jakubko; 39' (rigore) e 69' Ayupov.
2007- Saturn - Rubin 1-0: 66' Cesnauskis.
2008- Saturn - Rubin 1-2: 77' Nemov; 73' Adamov, 83' Milosevic.

Gara delicata per il Rubin che ha perso in maniera brusca ed amara il primato quando già stava assaporando un'ennesima fuga. I Campioni di Russia vogliono cancellare immediatamente la sconfitta contro lo Spartak e riavvicinarsi alla vicina vetta della classifica; a tal fine, sarà estremamente importante per gli uomini di Berdyev l'aria di Ramenskoe. In questo stadio infatti i Tartari conquistarono matematicamente il loro primo ed unico Scudetto nella loro recente storia. La squadra di Kazan è più talentuosa rispetto allo schiacciasassi solido e concreto dello scorso anno, con un Dominguez in più, ma' quest'anno sta scoprendosi discontinua: una discriminante non da poco in un'annata che sara' lunga e spossante ,con la Champions ad attendere Kazan sul finire dell'estate. A fare gli onori di casa come detto è il Saturn. La squadra di Roboer è alla disperata ricerca di punti, visto che occupa la penultima piazza a quota cinque.
Nei precedenti, predominio degli "Alieni", capaci di imporsi 4 volte: sei i pareggi e 2 le vittorie del Rubin, l'ultima delle quali nello storico 2 Novembre 2008.


Domenica 3 maggio

h. 11:00
Krylya Sovetov Samara - CSKA Mosca [diretta su SKY Sport Extra]
2004- Krylya Sovetov - CSKA 1-1: 79' Kovba; 22' Gusev.
2005- Krylya Sovetov - CSKA 2-2: 15' Husin rigore, 90' Léilton; 4' Ignashevich, 43' Gusev.
2006- Krylya Sovetov - CSKA 2-0: 29' Dokhoyan, 61' Booth.
2007- Krylya Sovetov - CSKA 1-0: 28' Mudjiri.
2008- Krylya Sovetov - CSKA 0-2: 21' A. Berezutskiy, 66' Jo.

La gara del Metallurg Stadion di Samara è senza dubbio la piu' importante di questa seconda giornata di gare del settimo turno. La squadra allenata da Slutskiy infatti riceve il CSKA Mosca di Zico con i gradi di capolista: un primato senza dubbio meritato, visto che le "Ali", salvo l'immeritato stop di Cherkizovo contro la Lokomotiv, hanno sempre fatto punti, gli ultimi dei quali raccolti addirittura in casa della Dinamo con la quale il Krylya Sovetov condivideva il primo posto, ora solitario: un primo posto che siamo sicuri Slutskiy vorrà tenersi strettissimo, visto che il pubblico del Metallurg sarà pronto a sostenere i propri beniamini al fine di regalare a tutta la città un'altra giornata in vetta. Il CSKA dal canto suo non può permettersi di sbagliare ancora: in casa col Rostov c'è stata l'ennesima ricaduta da parte dei 'Soldati', incapaci al Luzhniki di venir fuori dal giogo imposto dagli uomini di Dolmatov, usciti con il bottino pieno dallo stadio piu' grande di Russia. In settimana Zico ha tranquillizzato l'ambiente, facendo notare di non aver mai potuto lavorare con la rosa al completo. Nonostante il tecnico ex Fenerbache possa schierare in ogni caso una formazione competitiva, con l'attacco piu' forte del Campionato, tutti si chiedono se Vagner Love sarà o meno della partita, al pari di Daniel Carvalho.
Nei precedenti, 9 vittorie del Krylya, 10 pareggi e 13 affermazioni dei moscoviti, l'ultima delle quali proprio a Samara, con un super Jo, a segno con una 'bomba' direttamente da calcio di punzione.


13:15
Rostov - Zenit San Pietroburgo
2004 - Rostov - Zenit 2-1: 82' Alkhazov, 90'+2 Perez; 45' Gorshkov.
2005 - Rostov - Zenit 0-1: 40' Mares.
2006 - Rostov - Zenit 1-3: 81' Burchenko; 14' Fatih Tekke, 54' Ricksen, 60' Anyukov.
2007 - Rostov - Zenit 2-3: 63' Pjanovic, 82' Kanyenda; 9' Zyryanov, 40' Tymoschuk, 61' Arshavin.

Gara interessantissima quella che andrà in scena nella citta' alla foce del Don. L'inizio di Campionato degli uomini di Dolmatov è stato senza dubbio superiore alle attese. Il calendario non era certo dei più facili, ma il Rostov non s'è perso d'animo, raccogliendo punti importanti in gare davvero complicate. Ovvio associare il Rostov col risultato più clamoroso della scorsa giornata, quando appunto proprio la squadra del Mar Nero ha saputo infliggere al CSKA la secoda sconfitta interna nelle ultime tre gare al Luzhniki. Un invito allo Zenit, specialista a sottovalutare tali partite, a non abbassare la guardia. A parte l'exploit di Domenica scorsa infatti, il neopromosso Rostov ha saputo fermare il Krylya Sovetov e solo nel recupero ha visto svanire una vittoria contro la Lokomotiv. Insomma, una squadra in salute da non sottovalutare per uno Zenit che pare sia sulla via della serenità, dopo aver scampato il pericolo della sconfitta a tavolino per aver infranto il regolamento in materia di stranieri nella gara contro la Lokomotiv e dopo aver travolto il Khimki. Advocaat, che difficilmente recupererà Sirl e che contra di portare Hubocan in panchina, ha spronato i suoi in vista di una gara tosta sì, ma da vincere assolutamente.
Nei precedenti, 8 vittorie del Rostov, 7 pareggi ed 11 successi dello Zenit.


15:30
Lokomotiv Mosca - Spartak Nalchik
2006- Lokomotiv - Spartak Nalchik 2-3: 73' Loskov rigore, 90' O' Connor; 10' e 76' Pylypchuk, 69' Korchagin rigore.
2007- Lokomotiv - Spartak Nalchik 3-1: 13' Spahic rigore, 35' e 76' Samedov; 83' Rodenkov.
2008- Lokomotiv - Spartak Nalchik 0-0

I Ferrovieri sono la seconda squadra del torneo e per giunta big ad aver cambiato l'allenatore, affidando la guida tecnica all'ex centrocampista Vladimir Maminov, uno degli idoli dei tifosi dei Ferrovieri da circa un ventennio. La Loko si augura di aver trovato nel suo ex mediano l'allenatore capace di risolvere con carisma e conoscenza dell'ambiente questioni che ormai si ripetono da diverse stagioni. Il tifoso della Lokomotiv è forse il piu' deluso del Campionato Russo ora come ora: la sua squadra infatti da troppo tempo è fuori dal giro a dispetto di una rosa senza grossi punti deboli, più che sufficiente per lottare almeno per un piazzamento in Europa: invece la Loko è sempre lontana dale zone buone della "tablitsa", sempre pronta a contraddirsi o sparire sul più' bello, un po' come i suoi presunti leader, bravissimi a giocare a nascondino. Torneranno sotto la guida di Maminov a splendere le stelle di Sychev e Bilyaletdinov? Riuscirà' la squadra delle Ferrovie Russe a tornare in lizza per le medaglie? Attraverso tali obiettivi passa la rinconferma dell'uzbeko, tecnico ad interim almeno fino alla pausa estiva. Al Lokomotiv Stadion arriva uno Spartak Nalchik rinfrancato dal poker rifilato domenica scorsa all'Amkar Perm, ma ancora al penultimo posto. Attenzione agli uomini di Krasnozhan che spesso nella capitale hanno lasciato spiacevoli ricordini alle grandi capitoline. Nel 2006, alla terza giornata, i Caucasici espugnarono Cherkizovo. E' quella l'unica vittoria. Negli altri cinque incontri complessivi, tra Nalchik e Mosca, 2 successi moscoviti e 3 pareggi.


17:45
Khimki - Kuban Krasnodar
2007- Khimki - Kuban 1-0: 63' Tikhonov.

Uno scontro frontale quello che chiude la settima giornata di Campionato. A Khimki infatti si affrontano due squadre in difficoltà, coi rispettivi allenatori che godono di una fiducia limitata. Sarsaniya ed Ovchinnikov sono stati più volte rassicurati, ma tutti noi appassionati di calcio ben sappiamo quale valenza possano avere certe parole. Il Khimki, capace di ottenere un solo punto in sei partite, rischia seriamente di sprofondare in un baratro dal quale sarebbe quasi impossibile uscire. Per questo motivo Sarsaniya e' costretto a battere i gialloverdi per ridare speranza alla sua poco collaudata truppa. Meglio se la passa Ovchninikov: è vero che il Kubanèli dove si credeva dovesse trovarsi a questo punto, ma è anche vero ricordare che dopo la gara contro lo Spartak un pò tutti hanno iniziato ad aspettarsi di più dai caucasici, sempre sconfitti lontano da Krasnodar. Uno scontro salvezza a tutti gli effetti.P er il Khimki c'è già aria da ultima spiaggia, mentre il Kuban non puo' perdere ulteriori punti in trasferta. Due precedenti, entrambi risalenti al 2007, una vittoria del Khimki ed un pareggio.



Giornata da non perdere dove ogni gara ha il suo significato ed il suo fascino. Si sta iniziando davvero a far sul serio: lo spettacolo non mancherà!