mercoledì 27 maggio 2009

Russia, tornano in nazionale Aldonin, Bystrov e Kerzhakov.

Il Commissario Tecnico della Russia, Guus Hiddink, ha presentato ieri la lista dei 20 giocatori che parteciperanno alla decisiva sfida di Qualificazione ai prossimi Mondiali sudafricani ad Helsinki, in casa della Finlandia, il 10 giugno.
Non sono mancate le sorprese, con gli attesi e graditi ritorni nella 'Sbornaya' di giocatori che non vestivano la maglia della nazionale russa da diverso (troppo?) tempo, come Evgeni Aldonin, Vladimir Bystrov e soprattutto Alexander Kerzhakov. Se Bystrov era stato escluso dai convocati solamente nelle ultime due circostanze, non si può dire altrettanto di Aldonin e Kerzhakov, che tornano in nazionale rispettivamente dopo due anni abbondanti il primo ed un anno e mezzo il secondo, il grande escluso dei 23 che presero parte all'esaltante cavalcata di EURO 2008. L'ex 'delantero' del Sevilla ha commentato la notizia dicendo che per lui non è che sia tutta questa gran sorpresa, ma una semplice conseguenza a mesi di duri allenamenti, costante impegno e buone prestazioni nel rettangolo verde. Sasha ha inoltre aggiunto che non gli importa sapere il motivo per cui Hiddink non lo ha convocato in questo anno e mezzo, ha deciso con Borodyuk e Korneev- i due assistenti del giramondo tecnico olandese - che bisogna ripartire da zero sia con la nazionale che con Hiddink, con il quale - a detta dello stesso giocatore - non ci sono problemi, trattandosi di due persone adulte che si rispettano da uomini. Sempre piuttosto diplomatico nelle interviste Kerzhakov, ma è inevitabile che la delusione della mancata partecipazione allo scorso Europeo non l'abbia ancora del tutto digerita. Hiddink ha comunque detto di essere stato convinto dalle recenti prestazioni offerte da Kerzhakov, le cui qualità sono fuori discussione. Merita di essere riportata in particolare una frase pronunciata dall'attuale allenatore del Chelsea: "I can say that he is Alexandr Kerzhakov, whom we all want to see".

Molto più inaspettato, ma non per questo meno meritato, il ritorno di Aldonin, uno dei pochi mediani di reale valore presenti nel panorama calcistico russo, escluso tutto ad un tratto dalla 'Sbornaya' senza alcuna motivazione. Richiamando anche lui, Hiddink lancia così un forte segnale: nella sua gestione, tutti possono ambire alla nazionale, compresi quei giocatori che negli ultimi tempi sono usciti fuori dal giro (l'esempio più lampante, del resto, è quello di Semak: chiamato per la prima volta in vista di EURO 2008, non solo è diventato immediatamente un titolare fisso, ma gli è stata addirittura affidata la fascia di capitano.

L'unica reale new entry nel gruppo è rappresentata da Pavel Mamaev, centrocampista 20enne titolare nel CSKA Mosca di Zico, alla prima chiamata nella selezione maggiore. Probabilmente Denis Glushakov, centrocampista della Lokomotiv di un anno più 'vecchio', si presta meglio al modo di giocare della Russia, inserendosi con molta più costanza rispetto all'ex enfant prodige della Torpedo, ma è giusto che Hiddink abbia chiamato quest'ultimo per conoscerlo meglio e valutarlo.

Assenti gli infortunati Diniyar Bilyaletdinov e Dmitry Torbinskiy, più lo squalificato Alexander Anyukov. Di fatto, i tre esclusi rispetto al solito sono Alan Dzagoev (sorprendentemente convocato - peraltro per la prima volta - nella Russia U-21 guidata da Igor Kolyvanov), Ivan Saenko e Dmitri Sychev.

E' rimasto profondamente deluso chi si aspettava la chiamata di alcuni giocatori meno noti (vedi Alexander Belozerov del Krylya Sovetov, i gemelli Kombarov della Dinamo ed Alan Kasaev del Kuban) che si stanno mettendo particolarmente in luce in queste prime 10 giornate di RPL: del resto, era improbabile che un tecnico del genere, che anche contro Azerbaigian e Lietchenstein aveva puntato sui suoi 'fedelissimi', facesse degli esperimenti per una gara così importante.


Ecco i 20 convocati:

PORTIERI:
Igor Akinfeev (CSKA Mosca), Vladimir Gabulov (Dinamo Mosca), Vyacheslav Malafeev (Zenit San Pietroburgo).
DIFENSORI:
Alexei Berezutskiy, Vasili Berezutskiy, Sergei Ignashevich (CSKA Mosca), Denis Kolodin (Dinamo Mosca), Renat Yanbaev (Lokomotiv Mosca).
CENTROCAMPISTI:
Vladimir Bystrov (Spartak Mosca), Igor Denisov, Igor Semshov, Konstantin Zyryanov (Zenit San Pietroburgo), Sergei Semak (Rubin Kazan), Evgeni Aldonin, Pavel Mamaev, Yuri Zhirkov (CSKA Mosca).

ATTACCANTI:
Andrei Arshavin (Arsenal, Inghilterra), Alexander Kerzhakov (Dinamo Mosca), Roman Pavlyuchenko (Tottenham Hotspur, Inghilterra), Pavel Pogrebnyak (Zenit San Pietroburgo).

2 commenti:

giulio ha detto...

ma che sta succedendo a Sychev?

Zizou ha detto...

Ciao, volevo dirti che il blog sul Calcio Francese ha ripreso la sua attività a pieno ritmo dopo alcune pause causa studi...
Passa a trovarmi, se ne hai voglia!

A presto.