venerdì 15 maggio 2009

SEMIFINALI KUBOK ROSSII 2008/09.

FC Mosca - Rubin Kazan 0-1: 49' Ryazantsev.

FC Mosca (4-4-1-1): Zhevnov; Nababkin, Sheshukov, Epureanu, Grigalava; Stavpets (dal 78' Marenich), Rebko, Tarasov (dall'84' Krunic), Cesnauskis; Vukic (dal 61' Strelkov); Bracamonte.
Rubin (4-2-3-1): Ryzhikov; A. Popov, Sharonov, César Navas, Ansaldi; Sibaya, Semak; Ryazantsev (dal 73' Gorbanets), Gokdeniz Karadeniz (dall'82' Hasan Kabze), Rebrov; Dominguez (dal 38' Adamov).


Dinamo Mosca - CSKA Mosca 2-2 (5-6 dopo i calci di rigore): 86' Khokhlov, 90'+4 Kerzhakov rigore; 40' Vagner Love rigore, 53' Zhirkov.
Sequenza rigori: Kerzhakov (Dinamo) - realizzato;
D. Carvalho (CSKA) - realizzato;
D. Kombarov (Dinamo) - realizzato;
Vagner Love (CSKA) - realizzato;
Kolodin (Dinamo) - realizzato;
Zhirkov (CSKA) - realizzato;
Wilkshire (Dinamo) - realizzato;
Ignashevich (CSKA) - realizzato;
Khokhlov (Dinamo) - fuori;
Necid (CSKA) - traversa;
Smolov (Dinamo) - realizzato;
Schennikov (CSKA) - realizzato;
Dimidko (Dinamo) - alto;
Aldonin (CSKA) - parato;
Kokorin (Dinamo) - parato;
V. Berezutskiy (CSKA) - realizzato.

Dinamo (4-4-1-1): Gabulov; Kowalczyk, Kolodin, A. Denisov, Granat (dal 63' Smolov); K. Kombarov, Wilkshire, Khokhlov, D. Kombarov; Dimidko; Kerzhakov.
CSKA (4-4-1-1): Akinfeev; Semberas, V. Berezutskiy, Ignashevich, Caner Erkin (dall'80' Schennikov); Maazou (dal 73' Rahimic), Aldonin, Mamaev (dal 106' Necid), Zhirkov; D. Carvalho; Vagner Love.


Grande spettacolo ed emozioni a non finire nella semifinale di Kubok Rossii disputata questo pomeriggio alla Khimki Arena fra Dinamo Mosca e CSKA Mosca, conclusasi con la vittoria dell'Armata Rossa per 6-5 dopo i calci di rigore. I tempi regolamentari si erano invece conclusi 2-2: a passare in vantaggio nel primo tempo sono stati i 'Soldati', grazie ad un rigore procurato dal brasiliano Daniel Carvalho e trasformato dal connazionale Vagner Love. In apertura di ripresa è arrivato il raddoppio di testa firmato Zhirkov, ma l'ex squadra del KGB negli ultimi 5 minuti è incredibilmente riuscita a pareggiare, grazie alle reti di capitan Khokhlov (gran botta dal limite) e di Kerzhakov, dal dischetto, proprio all'ultimo minuto di recupero. Nei supplementari la palla gol più ghiotta è capitata sui piedi del centravanti ceco Necid, che aveva da poco fatto il suo ingresso in campo, ma Gabulov - il portiere della Dinamo - con un riflesso prodigioso gli ha negato la gioia dei gol. La vibrante gara è stata così decisa ai calci di rigore: decisivi per gli uomini di Kobelev gli errori di Khokhlov (fuori), Dimidko (alto) e Kokorin (grande parata di Akinfeev). Per il CSKA, che aveva sciupato ben due match-point con Necid prima (traversa) ed Aldonin poi (presa bassa di Gabulov), il penalty che ha consentito ai detentori dell'ultima Coppa di Russia l'accesso alla finalissima l'ha siglato Vasily Berezutskiy.
Quello che è successo in campo ha fatto dimenticare gli ormai purtroppo frequenti episodi di razzismo nei confronti di giocatori di colore che sempre più stanno invadendo la Russia. I tifosi della Dinamo oggi hanno preso di mira Maazou che Zico ha deciso di sostituire non prima di esser andato infuriato dall'inviato della pay-tv russa NTV+ a spiegare cosa stava per fare. La stessa emittente russa ha criticato l'atteggiamento dei tifosi, se così possono essere chiamati. Un episodio davvero molto brutto e spiacevole. Meno male che quanto successo sul rettangolo verde per più di due ore ci ha riconciliato col calcio. E' stata una gara bellissima,p alpitante ed emozionante. I rigori sono stati pieni di pathos. Bellissima l'attesa dei giocatori e la loro trepidazione, con le facce di vincitori e vinti cambiar espressione secondo per secondo. Davvero un grande spettacolo e peccato che la Dinamo debba sempre rimanere appiedata lì lì, ma è chiaro che c'è qualcosa che non va nella rosa di una squadra che ha perso due giocatori del calibro di Semshov e Danny e si ritrova a giocare titolare con Dimidko, ancora una volta scandaloso per evidente limiti tecnici ed atletici. Il CSKA ha commesso l'errore di sedersi dopo una prima frazione di gara convincente ed a tratti anche dominata, poi una volta raggiunti hanno sbagliato abbastanza (vedi occasione non sfruttata dal subentrato Necid ai supplementari, anche se Gabulov si è davvero superato, compiendo una grandissima parata) ed ai rigori per due volte non hanno approfittato degli errori avversari. Vagner Love non è ancora quello della seconda parte dello scorso anno, ma si sa che il brasiliano esce in estate, nella prima metà di stagione è sempre un pò ingolfato e quest'anno è stato anche fermo per un pò. Il Daniel Carvalho del primo tempo, velocità a parte, aveva poco da invidiare al fenomeno del 2005 ed in misura minore del 2006, mentre nella ripresa si è preso le pause degli ultimi tempi. E' importante però vedere come stia, pian pianino, crescendo la condizione dell'ex Internacional, Nei supplementari era letteralmente stremato ma fino a quando regge gioca in maniera sontuosa. E' motivato e lo si legge negli occhi.
E' un peccato per la Dinamo, il grande lavoro svolto in questi anni da Kobelev meritava di essere premiato con una finale di Coppa di Russia, ma va dato pieno merito al CSKA che obiettivamente nell'arco dei 120' ha meritato di superare il turno, dimostrandosi superiore. Curioso che a segnare il rigore decisivo sia stato quell'idolo di Vasily Berezutskiy, autentico eroe dei 'Soldati' nelle ultime due settimane: un momento a dir poco unico, quasi comico, non ci credeva manco lui (giusto qualche giorno prima aveva il simpaticone aveva dichiarato alla stampa russa di credere ancora di lottare per la classifica capocannoniere ma di non intendere di battere i calci di rigore, essendo a suo dire il meno dotato di tutta la sua squadra...). Che mondo sarebbe senza Vasily?


La squadra di Zico avrà così la possibilità di vincere il suo secondo trofeo stagionale dopo la Supercoppa di Russia di inizio stagione: l'avversario sarà il medesimo, quel Rubin Kazan Campione di Russia in carica che settimana scorsa ha sconfitto nell'altra semifinale l'FC Mosca per 1-0 (Ryazantsev).

Nessun commento: