giovedì 19 novembre 2009

Fuori dal Mondiale. Un'altra volta, la seconda consecutiva.




La delusione è enorme, da tifoso non la smaltirò mai. Un appassionato dei tornei per nazionali come il sottoscritto, un fanatico dei Mondiali fin da quando era bambino non può seguire un'altra Coppa del Mondo senza la Russia, la seconda consecutiva. Un'eliminazione inspiegabile, che non mi sarei neanche lontanamente immaginato. Il calcio è soltanto uno sport, per carità, ci sono indubbiamente cose ben più importanti nella vita di un uomo, ma non augurerei nemmeno al mio peggior nemico di subire una tale disfatta sportiva.

Provo però a dare una mia semplice versione di quello che è successo ieri sera ed in generale nello spareggio contro la Slovenia, in un post che di giornalistico (o pseudo-tale) non avrà evidentemente nulla. Un semplice sfogo di un tifoso amareggiato come non mai.

All'andata non c'è stata partita: chi ha visto la gara lo sa, polli noi a non chiuderla e soprattutto a subire quel maledetto gol nel finale (rischiando peraltro di essere raggiunti al 90'+4). E' stato quel gol casuale di Pecnik che ci ha eliminati.
Ieri la squadra mentalmente proprio non c'era, non è scesa in campo. L'avevo intuito già dagli inni nazionali: un'espressione più preoccupata dell'altra, lo stesso HIDDINK SE LA STAVA FACENDO SOTTO. E dire che le dichiarazioni pre-partita lasciavano presagire a tutt'altra prestazione: "Noi li attaccheremo, siamo la Russia, giocheremo all'attacco come abbiamo sempre fatto". S'è visto.
Il primo tempo è stato PATETICO: non siamo riusciti a fare un'azione degna di nota, neanche due passaggi di fila; A TUTTI I GIOCATORI TREMAVANO VISIBILMENTE LE GAMBE. Gli sloveni, invece, erano caricati a mille ed hanno creato un sacco di opportunità; legittimo il loro vantaggio, anzi avrebbero meritato di essere avanti di due reti.
Nella ripresa auspicavo in una svolta, che non c'è stata. Abbiamo creato qualche opportunità (due clamorose nel finale con Zhirkov e V. Berezutskiy), ma la manovra era sempre confusa, priva di idee, e la lucidità era già andata a farsi benedire. Avremmo potuto segnare solo e soltanto grazie ad un episodio o ad un'azione personale di quel FUORICLASSE chiamato Yuri Zhirkov.
Poi è entrato in scena l'arbitro, il pessimo Hauge (sempre sbagliato mettere un nordico ad arbitrare la Russia, ma non voglio aggrapparmi troppo a queste cose), che ha espulso con un rosso diretto Kerzhakov, appena entrato in campo. Espulsione giusta? Assolutamente no. Sasha avrebbe potuto tirare indietro la gamba, ma dai replay si nota benissimo come intendesse cercare di prendere la palla per deviarla in rete. Kerzhakov che inoltre è stato colpito a pugni da due giocatori sloveni (Handanovic è un uomo piccolo piccolo). Cornuto e mazziato, insomma.

Quando ho visto Kerzhakov uscire piangendo dal campo ho capito che non saremmo mai passati (nonostante mancasse ancora mezzora). Era già tutto scritto: il mio idolo, colui che mi fece avvicinare a questo movimento, cacciato fuori in una partita fondamentale come questa, soprattutto per la generazione di quei calciatori che nel 2002 tanto mi colpì ma che molto probabilmente non parteciperà più ad un Mondiale. Lo ripeto, era già tutto scritto.
Ci abbiamo creduto poco, troppo poco, sembrava giocassimo con un solo giocatore (Zhirkov), che nonostante fosse teoricamente il meno in forma (causa infortunio non ha mai giocato nel Chelsea!) era l'unico a provarci. Ci siamo inevitabilmente sbilanciati e siamo stati addirittura graziati dai nostri avversari.


Hiddink? Non ci ha capito nulla. A partire dalla formazione iniziale, dai cambi (ritardatissimo quello di Pogrebnyak, abbiamo giocato per un quarto d'ora con Bilyaletdinov centravanti!!!) e soprattutto a livello psicologico non è riuscito minimamente a caricare i giocatori. Aveva più paura lui di loro. E' il più grande fallimento della sua carriera, questo è poco ma sicuro.
Resterà? No. Innanzitutto credo che sia lui stesso a non voler rinnovare, ma anche se decidesse di restare per prendersi una rivincita personale, sarebbe la stessa Federazione Russa (immagino furente) a cacciarlo, visto anche il lauto stipendio che percepisce.


Che cosa e quanto avrebbe potuto dare la Russia al Mondiale sudafricano? Tanto. Se fosse arrivata in forma, avrebbe potuto benissimo essere una delle principali outsider, avrebbe potuto fare strada insomma. E soprattutto far divertire il pubblico, anche quello neutrale, con il suo gioco veloce ed offensivo. Ma giustamente con i se ed i ma non si va da nessuna parte, ed in Sudafrica ci andrà l'insipida Slovenia, che verrà eliminata al primo turno.
Personalmente, lasciatemi almeno dire che mi fa "rosicare" non poco vedere qualificate squadre come l'Italia (che ha giocato sempre male) e soprattutto l'Argentina, due formazioni che durante le qualificazioni hanno vinto quasi esclusivamente grazie agli episodi favorevoli. Ecco, a tal proposito, ieri la Russia ha giocato come l'Argentina di Maradona nelle ultime partite del girone. Stessa tensione emotiva, stessa paura. Però l'episodio favorevole a noi non è capitato. Russia che comunque, lo ricordo, ha disputato nel complesso un buon girone di qualificazione, non difficile, è vero, ma vincendo sempre e con autorità tranne che contro la Germania, messa sotto sul piano del gioco sia all'andata che al ritorno. Tutti i media tedeschi, i giocatori, l'allenatore Low, avevano dichiarato che la Russia sarebbe stata la squadra da temere maggiormente negli spareggi, quella da evitare a tutti i costi. Ed invece è uscita mestamente contro l'avversario oggettivamente più debole.


I singoli? Male tutti, a parte gli unici due campioni della rosa, AKINFEEV e ZHIRKOV. Arshavin, dispiace dirlo, ma ha dimostrato di non essere un fuoriclasse, risultando il peggiore in campo sia all'andata che al ritorno. Ieri sembrava dovesse spaccare il mondo, ma ha giocato peggio che all'andata. Se siamo stati eliminati, però, gran parte del "merito" è da attribuire all'unico vero CANCRO della nostra squadra, i difensori centrali. Incommentabili Ignashevich e Vasily Berezutskiy. Ecco, l'unica notiza positiva dell'eliminazione è forse proprio questa: difficilmente vestiranno ancora la maglia della 'Sbornaya'. Peccato però che in quel ruolo di alternative valide non ce ne siano, neanche tra i giovanissimi.
Tutti gli altri dei fantasmi che vagavano per il campo, perforabili in fase difensiva, innocui in quella offensiva. Gente senza palle insomma, senza personalità.


La mentalità, la fragilità psicologica è da sempre stato il principale limite del calcio russo, questo è risaputo. Speravo però che con l'approdo di uno degli allenatori migliori del globo le cose cambiassero, i giocatori diventassero più fiduciosi: mi sbagliai, come dimostrò la sconfitta a Tel Aviv, in seguito all'impresa casalinga contro l'Inghilterra. Anche in quel caso, insomma, ci eravamo suicidati da soli e senza la sportività della Croazia saremmo rimasti a casa.
In seguito, PERO', abbiamo disputato un Europeo grandioso, giocando un calcio a tratti meraviglioso (si contano sulle dita di una mano le nazionali che hanno giocato meglio in una grande manifestazione della Russia ammirata contro Svezia e soprattutto Olanda). Sembravamo destinati a (ri)entrare tra le grandi nazionali, eravamo tornati ad essere rispettati e temuti da tutti come ai tempi dell'URSS. Insomma, in cuor mio speravo che la nazionale avesse dimenticato quei problemi di natura psicologica e mentale pagati a caro prezzo in passato. Ed invece... ed invece, eccoci qua, eliminati dal prossimo Mondiale dalla Slovenia, uno stato più piccolo della sola regione di San Pietroburgo, tanto per dire. Un'umiliazione senza precedente, totalmente inattesa.


Che cosa succederà in futuro? Non lo so e non voglio pensarci.
Diversi giocatori usciranno dal giro (penso agli over-30 come Semak, Semshov e Zyryanov), alcuni la abbandoneranno (temo Arshavin, che potrebbe non riprendersi più da questa batosta devastante), si faranno tanti proclami inutili e stupidi. Ci sarà aria di rinnovamento, si vorrà cambiare tutto. TUTTE CAZZATE (perdonate il francesismo, concesso però in uno sfogo come questo), perchè questa Russia - un pò come l'Inghilterra di McClaren (che comunque a livello di singoli era ancora più forte) - non è una squadra da rifondare. Tecnicamente c'è, ha delle basi, è una squadra di spessore (difesa a parte), che in un Mondiale non avrebbe fatto la comparsa.
Eppure... eppure, ecco la seconda eliminazione consecutiva.

Da quando seguo la nazionale russa, io che ho sempre privilegiato il calcio delle nazionali rispetto a quello dei club, io che durante un Mondiale impazzisco nel vero senso del termine (nel senso che mi estraneo da tutto, per me esiste solo quel torneo), non ho mai visto la Russia partecipare ad una fase finale della ex Coppa Rimet. Che tristezza.

15 commenti:

Kerzhakov91 ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=X_tmyZICO7s

Spiegatemi l'espulsione di Kerzhakov.
Incredibile, nei replay si vede benissimo che colpisce la palla... che vergogna. Zero stima per gli sloveni, che in campo si sono dimostrati degli uomini (?) di poco valore. Incommentabili Handanovic e Suler su tutti.

Kerzhakov91 ha detto...

Più passa il tempo e più saltano fuori elementi che veramente fanno pensare che l'arbitro fosse corrotto... io non lo sapevo mica, ma leggo ora che questo Hauge è lo stesso direttore di gara che cacciò Ovchinnikov ad EURO '04 contro il Portogallo (qualche esperto forse si ricorderà dell'episodio: in uscita fermò un avversario con il corpo, NON toccando il pallone con le mani, eppure venne espulso) e lo stesso che cacciò Arshavin in Andorra due anni fa (fallo di reazione, vero, ma il rosso era stra-eccessivo).

Che schifo.

3 partite della nazionale russa arbitrate da Hauge, 4 espulsioni (tutte ingiuste). Non sono un complottista, ma fatico a credere che non ci sia qualcosa sotto...

Kerzhakov91 ha detto...

Perdonatemi, ma non riesco a darmi pace...
Kerzhakov fa un intervento magari un pò aggressivo ma pulito SULLA PALLA, per cercare di fare gol, SENZA COLPIRE minimamente Handanovic... quest'ultimo colpisce con un pugno sullo stomaco Kerzhakov, il numero 5 (Cesar?) gli mette le mani in faccia e, dopo, Suler gli fa "ciao ciao", gesto talmente antisportivo che il numero 4 viene spintonato ed allontanato da un suo stesso compagno, Kirm (il 17).

Hauge chi espelle? Kerzhakov.


Ma non è finita qua: un giocatore della panchina slovena, nel finale, si alza, sottrae il pallone a Zhirkov (che doveva battere una rimessa laterale), viene spintonato dal laterale del Chelsea, sviene giù per terra e simula in maniera vergognosa...

Chi espelle l'arbitro? Zhirkov.

JAT 64 ha detto...

quello che mi dispiace è che hiddimk non abbia minimamente protestato per le esplsioni, quasi come se non gli interessasse.sekerzhakov è stato espulso doveva essere espulso anchehandanovic chegli ha dato un pugno.ma sugli arbitri nordici ho già detto cosa ne penso.voglio spezzare unalancia in favore di hiddink, è veroche ha deluso ma quando hai unasquadra che nelle partite decisive se a fà sotto, gli attaccanti non segnano e la difesa è un colabrodo diventa difficile per tutti saltarci fuori.

Kerzhakov91 ha detto...

Però anche Russia-Inghilterra 2-1 era una partita decisiva. Anche Russia-Grecia 1-0. Anche Russia-Svezia 2-0. Anche Russia-Germania 0-1 (risultato a noi sfavorevole, ma la nostra prestazione fu di buonissimo livello, specie nella ripresa).

nac ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
nac ha detto...

a me pare ke queste da te citate siano partite difficili ma non decisive..allora con la possibilità di recuperare in altri match giocano più tranquilli...ma nelle decisive scompaiono...con l inghilterra era una partita dall aversario difficile ma non decisiva...decisiva era quela in israele...e agli europei non fà testo...sono situazioni particolari ke basta un niente per gasarsi e fare di più di quel ke si vale...come può succedere pure il contrario...per carità.
Sugli sloveni non ho niente da obbiettare...ci vivo vicino...ci lavoro insieme...e pur facendo delle distinzion...non essendo tutti uguali...però in massa sono spesso razzisti, presuntuosi, antisportivi, e "facinorosi"...basti pensare cosa han combinato qua a trieste con l'italia nei primi 2000...ci vuole poco per aizzarli(x la sportività poi...giocando una partita di campetto contro lo Zarja, squadra di confine ke gioca a trieste...una volta c'han segnato i mano...ed oltre a festeggiare ci han pure fatto il dito medio...)...cmq...resta il fatto ke hiddink ha toppato...e non da poco...calcolando ke la qualificazione agli europei gliel'hanno regalata i croati...e questa l'ha miseramente fallita...forse era meglio concentrarsi sul calcio russo ke andar al chelsea 6 mesi...(fallendo x sfortua per crità ma fallendo anche la)...ha fatto un buon lavoro...tecnicamente...a caratterialmente, dove la russia soffre di più, non ha fatto bne...è mancato più volte..Alla luce dei fatti, parlando ipocritamente dopo fatto avvenuto, credo sia meglio cambiar guida, magari un allenatore più forte come personalità ke metta in rig a di stimoli e testa sti viziatelli russi ke flano via dalla russia per andare in europa arrogantemente a fallire miseramente...poi i risultati si vedono...E poi...e lo sostengo da sempre(anke se qua mi davate contro...)ignashevitch e berezutski sono roba da serie b nostra..lenti impacciati macchinosi..poco reattivi e con piedi drammatici...tipici difensori anni 70 e 80...oggi tutti corrono come treni e hanno piedi buoni...e loro poveri solo in russia possono giocare...in champions sono drammatici(penso sempre alla gara on l'inter e rido ancora oggi) e in nazionale sono inadeguati...la russia ha diversi miglioni di abitanti...credo possa forgiare e trovare difensori più decenti già dalle serie giovanili...invece di proseguire sullo stereotipo dei berezutski...onopko...anako...dimitrullin...roba ke ormai non centra più...

JAT 64 ha detto...

Sento dire da diverse persone noi siamo la russia , ma a livello calcistico è quasi sempre stata una squadra di medio livello, a volte anche basso.ha vinto soltanto un europeo 5O anni fa, che cosa vuol dire noi siamo la russia.Poi non sono un allenatore, probabilmente capisco poco di calcio ma ci voleva tanto a fare un bagno di umiltà e visto che si era in vantaggio di un gol blindare la difesa e partirein contropiede con giocatori veloci ?

nac ha detto...

caro jat64...non avessi ragione..ma aimè ce l'ahi...Diciamo ke la russia comunque è sempre stata una buona squara...da cccp...era onorevole e lo sarebbe ancora robabilmente...se aggiungi all'attuale rosa..hleb, kuche, chigrynsky,shevchenko, milevskyy, tymoshuk, magari anche kaladze ke non sarà beckenbauer...ma meglio dei fessi attuali...da quando si son globalizzati han perso quello spirito rigido è severo keli permetteva di competere onorevolmente...adesso son giocatori ke non lottano e spesso alla prima difficoltà si sciolgono...e hiddink(ben pagato da abramovich e co.) non ha saputo trasformare la mentalità...già gli era andata male a euro08...salvato dalla croazia e non da meriti suoi...anzi, ha vinto con l'andorra 1-0 nel finale rischiando di restare cmq fuori...perchè qualititivamente a parte i centrali difensivi la russia per me è un ottima squadra!ottime individualità senza carattere e senza coesione...Per quanto riguardala tattica... ke suggerivi e k qualunque italiano avrebbe fatto...aimè non lo puoi domandare ad un olandesone come hiddink...probabilmente se perso nei meandri della sua esistenzae pensava di avere in difesa koeman gaerets nielsen...e in avanti kieft lerby vanenburgh e ghillaus...forse s'è confuso...gli olandesi son sempre stati bravi a fare tattica...ma a personalità...mmm...qui ci voleva un allenatore sui generi di un capello, il vecchio trap, morinho...insomma gente più di carisma che di tattiche e gioco spettacolo...il bagno d'umiltà non l'ha fatto e questa è una macchia oscura che resterà nella sua carriera...perchè sarà pure un guru...ma a parte col psv nel lontanissimo 1988...non ha vinto mai nulla...li prendeva squadre misere e le faceva rendere...come un allenatore che prende una squadra che si deve salvare e la salva...ma per vincere ci vogliono altri metodi e altro carisma che lui evidentemente non ha...il carisma del non oter sbagliare...del dover vincre...invece lui mi sa che ha il carisma del....intanto siamo arrivati fin qua, ora tutto cio ke è in più...meglio!

Giovanni ha detto...

Credo di capire il tuo stato d'animo. Io sono distrutto per la mia Irlanda defraudata da una qualificazion che avrebbe ampiamente meritato. Vedo dai tuoi commenti che anche in Slovenia Russia è arrivata la lunga mano di Blatter.

Vojvoda ha detto...

Le ultime sei righe scritte fanno tenerezza e giustificano il tuo sfogo a caldo (forse a freddo...visto che hai lasciato passare un pò di tempo)piuttosto lucido benchè qualche appunto lo si può muovere.
La gara dell'andata (come dici) alla fine è risultata decisiva e quel gol tardivo ha rivitalizzato le speranze slovene. I troppi sprechi hanno portato la Russia a giocare con il cuore in gola i 90 minuti di ritorno che invece potevano essere gestiti e basta.
Non posso giudicare l'arbitro se non dalla sintesi vista sul canale tedesco ARD, ma mi è parso che l'intervento di Kerzhakov fosse scomposto. Se è poi vero che Handanovic abbia risposto con un cazzotto allora c'è da sottolineare che l'allenamento nei "RING" italiani gli è proprio servito.
Non so se Hiddink rimanga, però questa è la dimostrazione di due cosette lampanti lampanti:
1. I santoni non esistono, e anche un bravo allenatore come l'olandese può incorrere in figuracce storiche.
I tecnici di calcio sono come i piloti di Formula 1 o come gli attori dei film. Nel primo caso conta il mezzo, nel secondo trama e regia.
4-4-2, 4-3-3, 4-2-3-1, 4-4-1-1, 3-4-3, 3-5-2 etc..., albero di Natale compreso, non sono formule algebriche infallibili e nel calcio non si scopre più nulla.
2. Oramai il livellamento di valori in campo internazionale (in alto secondo me) ti costringe a dover subire l'umiliazione di essere eliminati da una nazione di 2 milioni abitanti a fronte di un colosso come l'orso russo.
Mi piaci molto quando dici che la Russia deve subire l'onta della cacciata mentre Italia ed Argentina si giocheranno le loro possibilità pur avendo disputato gare orribili (l'Italia con l'aggravante del girone più semplice con quello dell'Olanda). Il gruppo della Russia era medio, ma la presenza della Germania costringeva o una o l'altra agli spareggi. I russi hanno però l'aggravante di aver pescato dal lotto delle 4 la meno forte e non possono che piangere se stessi poichè causa del loro male.
Non so cosa avrebbero fatto al mondiale perchè eventualmente avremmo dovuto attendere i sorteggi, e comunque mi pare che sia un mondiale dove non mancherà nessuno dei grandi (a parte la Russia appunto). Con una rassegna iridata così altamente competitiva, fioccheranno le sorprese, e più di una big la vedremo lacrimare copiosamente (mal comune mezzo gaudio).
Arshavin è un FUORICLASSE e lo sta ampiamente dimostrando all'Arsenal e nel campionato più difficile del mondo, la Premier, ma la carenza di personalità del tipico giocatore russo (come giustamente non manchi di osservare) è un virus che pare abbia contagiato anche il piccolo funambolo ex Zenit.
Chi arriverà dovrà lavorare anche su quest'aspetto, affinchè non si registrino più eliminazioni clamorose ed ingiustificabili come quelle patite in Europa League da Krylia, Zenit e Dinamo Mosca (recidiva vista la beffa col Celtic nella previa di Champions)ad opera di compagini che dovevano essere spazzate via dalle squadre sopra menzionate.
La nazionale è solo la punta dell'Iceberg...
Ciao;-))

nac ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
nac ha detto...

non è ke voglio esser ripetitivo, per gli olandesi sono famosi per esser bravi a costruire gruppo a lavorare per la squadra ma di carattere non me ne ricordo uno..se non gli originari del suriname...vedi gullit, seedorf, davids,...ma di olandesi bianchi forti di carattere, che riescano atrasmettere sicurezza...mmm forse il solo van bommel ke è un macellaio...gli altri sono ottme pedine ke però hanno bisogno di gruppi forti caratterialmente...e si sciolgono presto...vedi bergkamp, huntelaar, kluivert, van der meyde, van der vaart, ecc...così sono gli allenatori...ottimi a creare una squadra...ke se gioca va forte, ma se trova avversar ostici...perde in forza d'urto perchè non c'è cattiveria...fame e sanguignità!!!Hiddink ha fatto un ottimo giocattolino, ha cresciuto tecnicamente e tatticamente una buona squadra...ma la cattiveria la personalità ed il carattere non li ha trasmessi perchè non li aveva da trasmettere!Hiddink potrà fare bene o con nazionali da cui nessuno pretende niente...o con squadre di carattere me che non hanno gioco...La russia di un motivatore avava bisogno...e lui sicuramente non lo è! è un creatori di splendidi giocattoli senz'un'anima, giocattoli impersonali...che finchè la palla gira....giocano...se la palla non gira più....si sciolgono...I russi non sono come gli scozzesi o gli irlandesi che scendono in campo incazzati e ke corrono come bestie selvagge fino al 95'...Sono pallidi e freddi come le loro terre...in tutti gli sport di solito quando vincono dominano per maniesta superiorità...non vincono per 4-3 segnando al 90'...non vincono un giro d'italia soffrendo e faccendo attacchi disperati pur di ottenere la vittoria...se tutto si incanala nella giusta direzzione...ottimo...sennò son cazzi! spero onstamente ke hidink venga rimosso e ke venga preso un allenatore di carattere, un generale di ferro ke sappia motivare...un capello tanto per intenderci...i soldi li hanno...quindi ke si diano una svegliata ke non si possono sputtanare così con nazioni ke non sanno neanche ke il prossimo anno vanno ai mondiali..

Vojvoda ha detto...

Per NAC: ma guarda che Kluivert un pochino colorato lo era...se non sbaglio...;-)

Enrico04 ha detto...

Ciao son Enrico, ci eravam sentiti un paio di anni fa, in merito agli europei, forse non ti ricorderai di me, ma io son il seguace di Guus Hiddink, tifo per tutte le sue squadre, e chiaramente anche per la Russia..capisco il tuo sfogo ed il titolo di mercoledì sera, io tifo Schalke 04 e quando nel 2001 Andersson ci portò via lo scudetto al '93 pensai le tue stesso cose, di chiuder con il calcio, ma poi il tempo lenisce le ferite, e vedrai che anche tu riuscirai ad appassionarti al calcio, anche se certe batoste rimangono nella memoria, indelebili, per sempre.Hiddink, il grande accusato, non ho potuto veder i 2 match, ma mi son fatto benissimo un'idea dal tuo resoconto, e mai come questa volta son rimasto senza parole, senza un perchè, mai Guus aveva clamorosamente fallito,ho perso un punto di riferimento che avevo da anni, perdere ci stà, ma non così, chiaro che per me rimane il migliore, ma questa è stata la sua caporetto..ora è facile sparare su di lui, tante critiche son giuste, ma ho letto tante cose assurde!!chi voleva il Trap, si quello che con Messico Croazia Equador è passato come 3 per culo, perdendo dalla Corea squadra amatoriale!!(e smettetela con sta storia di Moreno, che in Italia ne abbiam viste di tutti i colori..il vero furto della Corea ci fu con la Spagna)..il Trap, quello che non passò il girone con danimarca, svezia e Bulgaria??quello che nella sua illustre carriera pur avendo allenato il top ha in bacheca una sola coppa dei campioni sporca di sangue???certo Capello, grande palmares, ha vinto una sola Coppa dei campioni, pur avendo il meglio del meglio, e ha perso finali a Tokio a ripetizione da dilettanti come il Velez??quello che negli ultimi 15 anni non è mai arrivato in semifinale nel torneo + prestigioso??tutti hanno fallito, certo non lenirà la tua sofferenza,le tue critiche son giuste, penso e spero che si dimetta da Ct della Russia, i grandi devon prender decisioni anche difficile, ma non lo facciamo passare come il peggio che c'era sul mercato.Io tifavo Urss ai tempi d'oro, ma in questo sport non ho mai visto questa Grande Russia come citato da te, i sovietici eran forti ovunque tranne che nel calcio, unico sprazzo negli anni 60, con un Europeo vinto quando era considerato niente e snobbato da tutti, e poi solo delusioni, grandi speranze, ma alla fine eran solo mazzate..la Grande Russia non è mai esistita nel calcio..