domenica 1 aprile 2012

Lokomotiv-Dinamo, gioiscono i Poliziotti


Lokomotiv Mosca - Dinamo Mosca 0-2

43' Kokorin, 88' Misimović (rig.).


Lokomotiv (4-1-4-1): Guilherme 6; Shishkin 4,5 (dall'89' Sychev s.v.), Burlak 6,5, Belyaev 6,5, Yanbaev 5,5; Ozdoev 6; Caicedo 6, Glushakov 6, Torbinskiy 5 (dal 61' Loskov 5,5), Ignatjev 5 (dal 61' Obinna 6); Pavlyuchenko 5.

Dinamo (4-4-2): Shunin 6,5; Wilkshire 6,5, L. Fernández 6, Rykov 6, Granat 6; Samedov 6,5, Semshov 6,5 (dal 75' Yusupov s.v.), Noboa 6,5, Kokorin 7 (dal 90' Nekhaychik s.v.); Voronin 5,5 (dal 77' Misimović 6,5), Kurányi 6.

Dopo aver pareggiato con il CSKA e perso con lo Spartak, la Dinamo vince il suo primo derby del 2012, imponendosi per 0-2 al Lokomotiv Stadion. Un successo ottenuto con merito, che rende ancor più ingarbugliata la lotta per il secondo posto, che coinvolge ben sei squadre, racchiuse nel giro di soli sei punti. Grande occasione persa, invece, per la Lokomotiv: i rossoverdi sprecano infatti l'opportunità di superare il CSKA, che rimane così ancorato alla seconda piazza.
Il primo tempo è equilibrato e combattuto: il rispetto è reciproco ed entrambe le squadre badano principalmente a non scoprirsi, attaccando con pochi uomini. I padroni di casa fanno più la partita, ma a rendersi maggiormente pericolosi sono gli ospiti, che vanno alla conclusione prima con Kokorin e poi con Semshov. La gara cambia e prende una direzione ben precisa al 43', quando Shishkin rinvia nel peggior modo possibile, lanciando di fatto in porta Kokorin, bravissimo a superare Guilherme con un pallonetto volante. Nella ripresa i Ferrovieri provano a reagire, senza tuttavia creare particolari apprensioni agli avversari, i quali non vanno mai in sofferenza. In chiusura l'eccellente coast to coast di Samedov porta al rigore realizzato dallo specialista Misimović, da poco entrato in campo. La Dinamo torna così alla vittoria; una vittoria che mancava addirittura dal 20 novembre del 2011!

TOP

Alexander Kokorin: viene schierato da Silkin come esterno sinistro (soltanto panchina per Dzsudzsák) e ripaga la fiducia del tecnico segnando il suo quinto gol in campionato, decisivo per l'andamento del match. Una rete molto importante anche a livello personale, perché arrivata sotto gli attenti occhi di Advocaat: si avvicina così sempre più la convocazione per gli immenti Europei.

Alexander Samedov: chissà se anche lui sia riuscito o meno a impressionare Advocaat in ottica nazionale: è stato preso in considerazione dal C.T. olandese, ma senza troppa convinzione. Tra i più attivi nel primo tempo, vince il duello con Yanbaev e allo scadere ha ancora la forza per fare quell'esaltante accelerazione palla al piede che porta al penalty poi trasformato da Misimović.

Christian Noboa: prima prova convincente dell'ecuadoregno con la maglia della Dinamo. Questo è il Noboa che gli appassionati di calcio russo conoscono, questo è il Noboa ammirato a Kazan.

Taras Burlak e Maxim Belyaev: nella RPL di squadre che puntano su centrali difensivi russi ce ne sono sempre di meno, una nota di merito quindi per la la Loko che sta cercando di far crescere questi due giovani prodotti suo vivaio. La Federazione Russa ringrazia. Couceiro dimostra di credere particolarmente in Belyaev, tornato a gennaio dal prestito alla Torpedo Vladimir (Serie B locale), che ha scippato al posto a Manuel da Costa, pupillo dell'allenatore portoghese.

FLOP

Roman Shishkin: un errore grave, molto grave quello commesso dal terzino della nazionale, che spiana la strada alla vittoria della Dinamo. La seconda disattenzione in queste ultime settimane: già contro il Rubin, in Coppa di Russia, s'era reso protagonista di una prestazione negativa.

Roman Pavlyuchenko: a conti fatti, è l'unico giocatore della Lokomotiv a rendersi pericoloso, in tre circostanze. Ma per il resto è un fantasma, partecipa poco alla manovra e scompare dal campo come ogni tanto gli succede (un fatto che si è accentuato durante la sua esperienza inglese).

Vladislav Ignatjev e Dmitry Torbinskiy: entrambi impalpabili, si vedono poco e non incidono, venendo giustamente sostituiti dopo un'ora.

Nessun commento: